L’inverno energetico scatena la primavera geotermica

Sono giorni importanti per dei geotermici come noi dell’associazione G.I.G.A.. Da oltre 20 anni sosteniamo la necessità della svolta geotermica per dare una svolta alla crisi climatica e al caro energia fossile.

I due servizi, che vedono protagonista E.GEO di Moreno Fattor ed il gruppo Veos, e l’alleanza per la promozione della filiera, siglata sempre dallo stesso gruppo con BNP Paribas, indicano che con la svolta delle pompe di calore ad alta temperatura, che rendono possibili gli interventi in quasi tutti gli edifici anche senza ristrutturazione, la primavera geotermica è arrivata.

Gruppi Italiani, tecnologia italiana, inventore italiano, Gianfranco Pellegrini, e imprenditori con la vista lunga, sempre italiani, consentono al nostro paese di guidare la primavera geotermica a livello planetario. Cosa serve ancora? Semplificazione, semplificazione ed ancora semplificazione per far funzionare ecobonus e superbonus. Nonché comunità energetiche, fondi di garanzia per consentire a tutti di accedere alla svolta, ue n pizzico di coraggio da parte degli abitanti e delle imprese dello stivalone. E una scelta definitiva di non finanziare più riconversioni a caldaie fossili inefficienti, inquinanti, pericolose e costose. E che non saranno più vendibili in gran parte della UE dal 2026.

Cercasi interlocutori nel governo e nelle forze politiche. Noi con il coordinamento Free siamo disponibili al confronto che salverebbe il nostro paese dalla bolletta energetica folle del 2023 che abbiamo ormai conosciuto quest’anno.

Fabio Roggiolani e Giuliano Gabbani

Nella trasmissione televisiva AGORÀ WEEKEND di RAI3 vengono descritti i vantaggi di un impianto geotermico a bassa entalpia recentemente realizzato da E. GEO di Veos Group S.p.a., a Monza, presso un edificio di nuova costruzione. Questo impianto è in grado di garantire l’indipendenza energetica a tutto l’edificio, fornendo riscaldamento, raffrescamento ed acqua a uso sanitario. Vedi anche il servizio di TGR Lombardia(Link dal minuto 16:50).

BNL BNP Paribas, accordo con E.Geo a sostegno della filiera dell’energia e dell’ambiente

(Teleborsa). BNL BNP Paribas ha avviato con il Gruppo E.Geo una collaborazione a vantaggio delle imprese nella filiera degli impianti geotermici per la climatizzazione in ambito civile, commerciale e industriale. Si tratta di un accordo di filiera sostenibile particolarmente significativo. Anche per gli impatti che questo può avere nel campo dell’efficientamento energetico e della sostenibilità ambientale.

Creata nel 2007, oggi controllata da Veos SpA, E.Geo opera nell’elettrificazione dei consumi termici attraverso la realizzazione di impianti geotermici a pompa di calore nel settore civile, terziario e industriale. Leader di settore, vanta oltre 350 impianti realizzati, circa 20 MW di potenza installata, 50 GWh/anno di energia prodotta e 12.000 tonnellate/anno di mancate emissioni di anidride carbonica. Con oltre 400 km di sonde verticali realizzate. La soluzione geotermica associata alle pompe di calore ad alta temperatura di Teon Srl (altra controllata del gruppo Veos SpA) consente ad E.Geo di indirizzare non solo il mercato della climatizzazione ma anche il settore delle imprese. Consentendo di generare un risparmio energetico pari a circa il 60% rispetto alle comuni forme di energia oltre ad azzerare le emissioni in loco..

L’accordo, nell’ambito del “Programma Sviluppo Eccellenze del Made in Italy” della Banca, prevede che BNL BNP Paribas ed E.Geo collaborino nel supportare le aziende della filiera dell’energia e dell’ambiente. Consolidando e implementando i rapporti con le controparti (imprese e fornitori). E dando loro la possibilità di accedere ad un sostegno finanziario e a soluzioni corporate dedicate.

Paolo Vetta, Direttore Territoriale Nord Ovest BNL BNP Paribas

“Proseguono gli accordi che la Banca sta sviluppando con numerose aziende, eccellenze della nostra economia, a sostegno delle rispettive filiere. Puntiamo a generare un impatto positivo sull’attività di tutti quei piccoli e medi imprenditori che potrebbero maggiormente subire le attuali complesse dinamiche di mercato. La partnership con E.Geo ha l’ulteriore vantaggio di rivolgersi ad un settore, come quello dell’energia, caratterizzato da costante innovazione e attenzione alla sostenibilità ambientale ”.

Riccardo Bani, Presidente di E.Geo

“L’accordo con BNL BNP Paribas è di grande importanza strategica. Oltre a sostenere l’innovazione tecnologica, potrà contribuire alla diffusione di soluzioni in grado di accelerare il processo di decarbonizzazione. Ma soprattutto di perseguire gli obiettivi di indipendenza energetica oggi sempre più fondamentali per la sostenibilità e competitività economica e finanziaria delle imprese italiane”.

In questo quadro, BNL BNP Paribas entrerà in contatto con i fornitori e le imprese collegate alla filiera energetica, mettendo a disposizione un’offerta di soluzioni e servizi del credito a condizioni dedicate. Oltre che prodotti a supporto dell’export e dell’apertura ai mercati internazionali, grazie anche al network globale del Gruppo BNP Paribas.

Più in dettaglio, gli interventi possono spaziare da finanziamenti a breve, medio e lungo termine fino a strumenti specifici sulla base delle esigenze aziendali. Inoltre, il supporto della Banca non si limita a fornire servizi finanziari a sostegno del business. Prevede anche specifici prodotti per accompagnare le imprese nei processi di efficientamento energetico, sostenendone la transizione ecologica e la riduzione dell’impatto ambientale. Con ricadute positive anche sulla comunità locale.

Leggi anche L’inventore delle pompe di calore ad alta temperatura

Redazione

Articoli correlati