Redazione

Comunità Energetiche: istruzioni giuridiche per l’uso

Comunità energetiche: l’approfondimento giuridico di GreenSquare Italia, consulenti legali nel settore energia. Le comunità energetiche sono un gruppo di soggetti sostanzialmente consumatori (comuni, condomini, famiglie o cooperative) capaci di produrre, consumare e condividere energia. Nel rispetto del principio di autoconsumo energetico e autosufficienza, utilizzando impianti che producono energia pulita rinnovabile. Quanto più riescono ad auto […]Leggi

Agrifotovoltaico: una grande opportunità

Agrifotovoltaico: una tra le soluzioni più promettenti per accelerare lo sviluppo delle energie rinnovabili. Già ampiamente diffuso in Europa e purtroppo ancora poco conosciuto in Italia. Questo sistema di natura ibrida favorisce una proficua sinergia tra le pratiche agricole e la generazione di energia solare. Uno strumento quindi utile nell’ottica di una progressiva decarbonizzazione del sistema […]Leggi

Decreto Fer 2: critiche dal Coordinamento FREE

Coordinamento FREE: “QUESTA VERSIONE DEL DECRETO FER 2 È DA RIGETTARE. NON SVILUPPA INNOVAZIONE MA LA IMPEDISCE” «Il FER 2, che attendiamo da oltre 3 anni, se rimane nella versione licenziata dal MITE e dal MIPAFF fatta circolare in questi giorni, non permetterà al settore delle rinnovabili di definire importanti investimenti e prospettive di sviluppo […]Leggi

Eolico: sbloccati 11 impianti fermati dal MIC

Eolico news. Il Consiglio dei ministri ha sbloccato l’iter per ben 11 progetti di impianti eolici collocati in Puglia e in Basilicata. Progetti fermati inizialmente dal “no” “paesaggistico” del Ministero della Cultura, avverso al via libera del Ministero della Transizione ecologica. Il percorso di autorizzazione era finito così al Dipartimento per il coordinamento amministrativo della Presidenza […]Leggi

Elettricità dalle onde: il progetto spagnolo

Elettricità dalle onde. Lo scorso aprile la società svedese, con sede in Israele, Eco Wave Power ha stretto un accordo con OCIBAR, società che gestisce sull’isola di Maiorca Port Adriano. L’obiettivo ambizioso è la costruzione della prima centrale a moto ondoso della Spagna. L’installazione sarà la prima applicazione della tecnologia dell’energia delle onde di Eco […]Leggi

Ingegno partenopeo: la batteria all’acqua di mare

Una batteria capace di produrre e accumulare energia elettrica che si autoricarica utilizzando appena 200cc di acqua di mare. Questa è LightingSea. Da Pozzuoli una batteria in grado di produrre e accumulare energia elettrica che si autoricarica utilizzando poco più di un bicchiere di acqua e sale. La scoperta di Stanislao Montagna Si tratta di un dispositivo realizzato […]Leggi

1967: la prima 500 elettrica

Nell’estate del 1967 una Fiat 500 bianca esce delle officine Giannini. Sviluppata soprattutto da Antonio Giannini, figlio del co-fondatore dell’azienda, fu presentata al Salone di Torino. Questa Fiat 500 d’aspetto qualunque, stessa configurazione, stesso assetto, non porta alcun dettaglio esteriore che permette di distinguerla con le altre 500. Però, quando si muove, si tradisce con un silenzio […]Leggi

Elezioni: clima, energia e green deal

Elezioni, Edo Ronchi de La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ci indica alcune priorità che tutti i partiti dovrebbero inserire nella loro agenda politica. Serve una proposta integrata e praticabile. Per realizzare obiettivi avanzati di taglio delle emissioni di gas serra, misure di adattamento, un forte taglio del consumo di gas e di petrolio, con […]Leggi

Comunità energetiche rinnovabili: consultazione pubblica di ARERA

E’ on-line il documento di consultazione di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) “Orientamenti in materia di configurazioni per l’autoconsumo previste dal decreto legislativo 199/21 e dal decreto legislativo 210/21“. I soggetti interessati sono invitati a far pervenire all’Autorità le proprie osservazioni e proposte in forma scritta compilando l’apposito modulo interattivo disponibile […]Leggi

Sangorache: la bevanda a base di amaranto

Sangorache è il marchio registrato dall’Università di Firenze per indicare la prima bevanda a base di amaranto coltivato in Italia utilizzando una varietà di questo pseudocereale selezionata dall’Ateneo fiorentino. Il prodotto è il risultato di una sperimentazione promossa dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie (DAGRI) in collaborazione con un birrificio toscano. Il marchio è stato presentato martedì 7 giugno presso la Tenuta di Terre regionali Toscane […]Leggi