Offshore wind power and energy farm with many wind turbines on the ocean. Sustainable electricity production

Eolico offshore: un aiuto dai dati satellitari

Marine-I“, questo il nome del nuovo pionieristico progetto che sta nascendo al largo delle coste britanniche, finalizzato a ridurre i costi e i rischi dei grandi siti di energie rinnovabili offshore.

Il sistema Marine-I dell’azienda 4EI, che già commercializza dati satellitari distribuendoli ai settori interessati, è orientato a dare supporto alle compagnie che gestiscono i grandi parchi eolici, attraverso monitoraggio satellitare, per ottenere una estesa gamma di informazioni utili per la riduzione sia dei costi che dei rischi legati a questa tipologia di impianti. Attraverso questo nuovo sistema si può avere accesso ad una serie di indicatori utili come condizioni del vento, stato del mare, impatti ambientali, condizioni termiche e le rotte delle navi.

Si tratta di un progetto ancora alle prime fasi di sviluppo al largo delle coste della Cornovaglia, parzialmente finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale.

Il sistema di monitoraggio satellitare richiede approcci totalmente nuovi, come la mappatura di dati della superficie terrestre da incrociare ed integrare con gli usuali dati atmosferici a disposizione provenienti da monitoraggio terrestre. Questa fase di ricerca confluirà in un piano di commercializzazione ed integrazione di dati e servizi spaziali che potrebbe essere in grado di cambiare radicalmente il futuro delle energie rinnovabili offshore.

Secondo la stessa 4EI, migliorare ed espandere le funzioni e l’efficienza del sistema identificando le opportunità di mercato potrò produrre risparmi diretti sui costi, risparmi di carbonio e riduzione dei rischi di sviluppo in questo settore, incrementando la competitività del mercato.

Digiqole ad

Redazione

Articoli correlati