Foto di Andrew Coelho su Unsplash

Stefano Mancuso: gli alberi sono i nostri alleati

Gli alberi sono i nostri alleati. Ne è convito il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano che ha organizzato nei giorni scorsi un incontro pubblico con lo scienziato italiano Stefano Mancuso. Professore di arboricoltura generale e etologia vegetale all’Università di Firenze, Mancuso ha dedicato la sua carriera allo studio delle piante e alla comprensione delle loro capacità sorprendenti.

Stefano Mancuso ha evidenziato l’urgenza del cambiamento climatico, spiegando che “le statistiche ufficiali registrano un aumento di +1,53°C nel riscaldamento globale dal 1900 al 2023, con un incremento ancora maggiore di +2,4°C in Italia nello stesso periodo (fonte: Copernicus)”. Mancuso ha sottolineato che per comprendere l’entità di questo fenomeno, è utile ricordare che durante la Piccola Glaciazione (1400-1700) la temperatura media globale si abbassò di soli 0,4°C.

Secondo il botanico, “la temperatura sta continuando ad aumentare a un ritmo tale che, a lungo andare, potrebbe risultare incompatibile con la vita stessa”. Le cause principali? L’emissione di gas serra e il taglio di circa 2.000 miliardi di alberi negli ultimi secoli per fare spazio all’agricoltura intensiva e alle infrastrutture urbane. “Sono stati eliminati proprio gli alberi, che assorbono la CO2”, ha spiegato Mancuso.

Una Soluzione Verde: Piantare Alberi

Mancuso propone una soluzione ambiziosa: piantare almeno 1.000 miliardi di alberi in tutto il mondo. Questa azione non solo contribuirebbe a contenere le temperature, ma migliorerebbe anche la vivibilità delle città e la conservazione della biodiversità.

Giuseppe Vignali, direttore del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, ha osservato: “Contiamo circa mezzo miliardo di alberi, un numero ben lontano dalla sfida lanciata dal Prof. Mancuso, ma anche noi possiamo fare la nostra parte. Gestire bene le foreste per renderle più belle e resistenti al cambiamento climatico, coinvolgere le comunità locali e produrre reddito per i proprietari dei boschi e per le imprese forestali è il nostro obiettivo”.

Azioni Locali con Impatto Globale

Il Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano ha certificato la gestione forestale sostenibile di 25.000 ettari di boschi, coinvolgendo usi civici, imprese e tecnici forestali. Questa gestione riconosce i valori dei servizi ecosistemici offerti, dalla biodiversità alla difesa del suolo, dalla regolazione idrica alla fornitura di risorse e alle opportunità ricreative. Inoltre, una piattaforma per la compravendita dei crediti di sostenibilità sta facilitando questi sforzi.

“Esiste davvero una connessione tra l’azione locale e la narrazione affascinante e visionaria di Mancuso”, ha concluso Vignali.

Il sito del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano: Link

https://ecquologia.com/camminare-nelle-foreste-riduce-lansia-il-ruolo-dei-monoterpeni/

Foto di copertina di: Andrew Coelho su Unsplash

Redazione

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] Stefano Mancuso: gli alberi sono i nostri alleati […]

[…] Askanews Ecquologia Spoleto Oggi Alimentando […]