Livio De Santoli: difficile transizione energetica con governo Draghi

SERVONO CENTRALITÀ DELLE ENERGIE RINNOVABILI, INNOVAZIONE E REVISIONE DEL PNIEC COME BASE MINIMA

[Roma, 13 febbraio 2021] «È una transizione ecologica che non si annuncia per niente facile», afferma il Presidente del Coordinamento FREE, Livio de Santoli, commentando il nuovo esecutivo presentato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi.

«È ottimo il coordinamento delle attività concentrate in un ministero nuovo, ma proprio per questo gli obiettivi devono essere chiari, precisi e l’azione deve essere chirurgica». Il Coordinamento Free auspica una centralità dell’energia pulita e accessibile nell’intero processo, lontano dalle logiche del passato.

«L’innovazione tecnologica ci offre la grande opportunità d’uscire rapidamente dall’era fossile puntando su efficienza e rinnovabili. – prosegue de Santoli –  Auspichiamo che il Ministro per la Transizione Ecologica sappia cogliere queste opportunità senza tentennamenti, a partire da una rapida revisione del Piano Nazionale Energia e Clima (Pniec) che deve essere adeguato ai nuovi target europei di riduzione delle emissioni e di crescita delle rinnovabili e che deve prevedere gli strumenti per raggiungere quegli obiettivi a partire dalla necessaria e indispensabile semplificazione degli iter autorizzativi».


Coordinamento FREE riferimento stampa:
Sergio Ferraris, Cell: ++39 335 7417704;
mail comunicazione FREE: comunicazione@free-energia.it
mail personale: sergio@sergioferraris.it

Digiqole ad

Redazione

Articoli correlati