Capitale Verde europea 2017: consacrata la tedesca Essen

Quello del’urbanesimo è un tema fondamentale sulla strada della sostenibilità, per un fenomeno innescatosi a partire dal secolo scorso, assistendo ad una progressiva migrazione dalla campagna verso la città.


Una tendenza che si mantiene consistente anche nel XXI secolo, con oramai numerose città oggi divenute autentiche megalopoli. Un tema sempre più importante da affrontare dal momento che, secondo gli esperti, il 2007 è stato l’anno in cui si stima che più del 50% della popolazione mondiale viva oramai nelle città, con previsione che indicano nel 2050, l’anno si stima il picco della popolazione mondiale che si attesterà su circa 9 miliardi, con ben i due terzi, pari a 6 miliardi di persone vivranno in nuclei urbani.
Proprio alcune settimane fa avevo parlato delle azioni incorso per determinare criteri di valutazione oggettivi e standardizzati, circa le ecosostenibilità delle città nei nuovi contesti di “smart & green City” a livello planetario (vedi post “Green City: alla ricerca di una integrazione dei metodi di valutazione delle “città verdi”) e la possibilità diritronare su questo tema me la fornisce la fresca nomina a Capitale Verde Europea per il 2017 della città tedesca di Essen. Un riconoscimento presentato in queste settimane dal Commissario Europeo per l’Ambiente, Affari Marittimi e Pesca Karmenu Vella, durante una cerimonia tenutasi nelle settimane scorse nella città inglese di Bristol, città attualmente detentrice del titolo. Una incoronazione quella della città tedesca di Essen, determinati sulla base delle sue esemplari pratiche legate alla tutela e alla valorizzazione della natura e della biodiversità oltre che gli sforzi intrapresi per la riduzione del consumo idrico. La città tedesca rappresenta, attraverso azioni intraprese nel corso degli anni, una città pilota facendo parte di diverse reti ed iniziative finalizzata alla riduzione delle emissioni di gas serra e sul fronte dell’esercizio alla resilienza delle città di fronte ai cambiamenti climatici. In occasione dell’evento di incoronazione della città tedesca il Commissario Vella ha dichiarato: “E’ per me un piacere insignire Essen del titolo di Capitale Verde Europea per il 2017. Essen ha sfruttato le lezioni apprese dal proprio passato industriale per costruire un futuro ecocompatibile. Ha applicato il principiodel lavorare con la natura ed ha ottenuto risultati spettacolari. Abbiamo tanto da imparare dalle infrastrutture verdi di Essen e anche dai suoi ambiziosi piani per il futuro. Non vedo l’ora di prendere parte agli eventi che segneranno il suo anno come Capitale Verde Europea per il 2017″. Un ulteriore modello quello di Essen, che va ad aggiungersi alle precedenti vincitrici del premio Capitale Verde Europea, come ispirazione per le altre città europee impegnate al miglioramento delle proprie prestazioni ambientali, incoraggiandole a sviluppare e ad applicare soluzioni innovative nel loro progredire verso gli obiettivi di sostenibilità.

Analizzando gli ambiti peculiari di intervento di Essen, quelli ad avere catalizzato le attenzioni della giuria giudicatrice sono stati:

  • lo straordinario sistema integrato di gestione delle acque, basato su una solida conoscenza dei problemi idrici e su una grande apertura verso soluzioni innovative;
  • la gestione di aree verdi multifunzionali, che vengono utilizzate per la gestione dell’acqua piovana (vedi post “Water squares: le piazze d’acqua che attirano la pioggia ricordando anche splendide perle antiche“);
  • il sistema di prevenzione dalle inondazioni;
  • il sistema di ravvenamento delle acque (estrazione o ricarica artificiale delle acque sotterranee) denominato “Groundwater recharge“ (vedi schema seguente).
groundwater_1_lg

Ma i risultati sin qui ottenuti non hanno fatto che incoraggiare le azioni pianificate per il futuro dalla municipalità di Essen, davvero ambiziose, dal momento che uno dei nuovi obiettivi più significativi è quello di evitare che l’acqua piovana entri nella rete fognaria in almeno il 15% delle zone servite dalla stessa rete, aspetto questo, che ha particolarmente colpito la giuria.

A seguire un video di presentazione della azioni in essere nella città tedesca di Essen, che hanno poi portato alla recente nomina a “Capitale Verde d’Europa 2017”.

Sauro Secci

Articoli correlati