Energia eolica e stoccaggio unite nell’economia circolare

Enel Green Power ed Energy Vault mirano a utilizzare pale eoliche dismesse in fibra di carbonio e fibra di vetro per produrre blocchi compositi per il sistema di accumulo di energia rinnovabile EVx.

L’energia eolica e lo stoccaggio di energia si uniscono grazie al recente accordo di partnership firmato tra l’italiana Enel Green Power e la svizzera Energy Vault, società di cui abbiamo già parlato in un recente articolo. Questa partnership mira a integrare la tecnologia di accumulo di energia di Energy Vault, EVx, che si basa sulla forza di gravità e sul movimento dell’acqua per immagazzinare e scaricare l’elettricità, con materiali compositi riciclati da impianti di turbine eoliche.

Enel Green Power afferma di lavorare da tempo per identificare strategie per riciclare e riutilizzare efficacemente tutti i componenti delle turbine eoliche dismesse. Il problema, però, riguarda principalmente le pale delle turbine in vetro e fibra di carbonio.

Una possibile soluzione è la “triturazione” delle lame obsolete per realizzare prodotti destinati ad altri settori, come l’edilizia o la produzione di mobili. Sulla base di questa esperienza è nata un’altra idea innovativa: l’integrazione di materiale composito proveniente da ex pale di turbina nei blocchi utilizzati da Energy Vault per il suo sistema EVx, una soluzione per l’accumulo di energia che utilizza una tecnologia puramente meccanica. I vantaggi di questa soluzione sarebbero gli stessi di un impianto idroelettrico ad accumulo di pompaggio, ma a un costo molto inferiore, con una maggiore possibilità di essere replicato in qualsiasi contesto geografico.

L’utilizzo di questo materiale conferisce ai blocchi una maggiore stabilità e robustezza, aumentandone la durata e abbassando ulteriormente i costi”, spiega Irene Fastelli, responsabile dell’Innovation Factory di EGP. “La partnership con Energy Vault prevede studi di fattibilità per l’integrazione del materiale composito delle pale delle turbine dismesse di Enel Green Power nei blocchi utilizzati dal sistema di accumulo di energia”.

Marco Terruzzin, chief product officer di Energy Vault, aggiunge: “La nostra missione è colmare il divario rimanente nella pipeline dell’energia pulita fornendo soluzioni di stoccaggio dell’energia convenienti e sostenibili, accelerando l’utilizzo di materiali riciclati per le nostre unità“.

Per approfondire: il comunicato stampa di Enel Green Power e l’analisi di CompositesWorld Media

Redazione

Articoli correlati