Tags : emissioni

Taglio emissioni: siamo 40 anni indietro! Come accelerare

Taglio emissioni. Il REPowerEU servirà a modificare la legislazione degli Stati europei per accelerare l’indipendenza dal gas russo (e dalle fossili).  Occorre portare a uno o due anni al massimo i tempi degli iter autorizzativi per le installazioni degli impianti rinnovabili. In questo articolo pubblicato da “Il Fatto Quotidiano”, il Presidente del Coordinamento FREE e […]Leggi

Tassonomia UE: No degli esperti a nucleare e gas, testo

La Piattaforma sulla finanza sostenibile della Commissione Ue ha detto no a gas enucleare nella tassonomia verde. Il giudizio del gruppo di esperti di finanza verde della Commissione europea smentisce quindi clamorosamente quanto previsto dalla bozza di Tassonomia Verde. Bozza proposta e difesa dalla stessa commissione Ue. “Classificare il gas fossile o il nucleare come […]Leggi

Cattlelyst: la biotecnologia per ridurre le emissioni delle stalle

Cattlelyst, l’innovazione biotecnologica volta alla riduzione delle emissioni di ammoniaca e metano dagli allevamenti di bestiame. Caro lettore, permettimi di farti una domanda: qual è il tuo primo pensiero nel leggere le parole “fattoria” e “mucche”? Magari la tua mente ti mostra immagini idilliache di animali al pascolo, o magari il tuo palato ti fa […]Leggi

Emissioni metano: accordo Usa-UE per riduzione

Clima, USA e UE annunciano il Global Methane Pledge: anche l’Italia aderisce all’iniziativa per ridurre le emissioni globali di metano E’ arrivato nel fine settimana un traguardo fondamentale nella finora frammentata strategia internazionale per la riduzione delle emissioni di metano. La Ue e gli Stati Uniti, assieme ad altri otto Paesi, hanno lanciato sabato la […]Leggi

Riscaldamento a zero emissioni e comunità energetiche

Rivediamo  il webinar promosso da ARSE (Associazione Riscaldamento Senza Emissioni) andato in onda il 28 maggio 2021. Un’occasione per far conoscere la svolta “green” in atto nel riscaldamento negli edifici, oggi possibile grazie all’evoluzione tecnologica delle pompe di calore ad alta temperatura e alla diffusione dello scambio geotermico ed idrotermico. In contemporanea la rivoluzione legislativa ha portato all’approvazione delle “Comunità Energetiche” che rappresentano un […]Leggi

I vecchi sistemi di riscaldamento inquinano le aree urbane più

Oggi è stato presentato da ARSE – Associazione riscaldamento senza emissioni, lo studio di Elemens sui benefici economici e ambientali della geotermia nel settore residenziale. Una volta era chiamata la Cenerentola delle rinnovabili, oggi la geotermia grazie alla tecnologia avanzate delle pompe di calore ad alta temperatura può essere uno dei pochi strumenti che consentirà […]Leggi

Calore, suolo e casa nostra: pompe di calore ad alta

La tecnologia delle pompe di calore ad alta temperatura accoppiata con la geotermia offre risultati inaspettati. Per clima e portafogli Sergio Ferraris, direttore di QualEnergia Se non lo si conosce verrebbe da dire che si sta violando la termodinamica. Ma non è così. Produrre calore, tanto, con, poca, energia elettrica è possibile grazie all’accoppiata tra […]Leggi

Nuovo rapporto IEA: stop ad investimenti sulle fonti fossili

Per raggiungere l’obiettivo della completa decarbonizzazione al 2050, è necessario vietare da subito gli investimenti in nuovi progetti di estrazione e fornitura di combustibili fossili: questo il messaggio chiave che emerge dal nuovo rapporto speciale “Net Zero by 2050: a Roadmap for the Global Energy Sector” presentato nei giorni scorsi dall’International Energy Agency. Nel rapporto […]Leggi

Agro-voltaico: un network per gestire i fondi UE

Coltivare sotto i pannelli solari, la sfida italiana dell’agrovoltaico da 1 miliardo di fondi Ue: al via il network di ricercatori, agricoltori, imprese energetiche ed ecologisti guidato da Enea Nel PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la voce Sviluppo agro-voltaico è previsto un importante stanziamento che ammonta a ben 1,1 miliardi di […]Leggi

Ridurre del 30% l’impatto sul clima dell’agricoltura abolendo l’aratro

Una nuova ricerca, pubblicato sul sito del World Economic Forum in collaborazione con The Conversation, ci spiega come sia possibile coltivare senza arare i suoli e ridurre così del 30% l’impatto sul clima dell’agricoltura. L’agricoltura rappresenta il 26% di tutte le emissioni di gas serra Tra i principali elementi climalteranti vi sono il carburante per […]Leggi