Plastic Buster

Plastic Buster: la seconda vita dei secchi in plastica

Plastic Buster. Sta per prendere il via un progetto innovativo per il riutilizzo e il riciclo dei secchi in plastica delle vernici ad acqua. Iniziativa avviata con un finanziamento della Fondazione Cariplo e di Corepla, con il patrocinio del MiTE.

Il progetto è portato avanti da un team coordinato dall’organizzazione non profit ambientalista Class Onlus. E composto dalla marca di Pennelli Cinghiale, dall’etichetta della grande distribuzione Iper La grande I, da IPPR, Montello spa, S&h srl, Autotrasporti Longa e Unionplast.

Camillo Piazza, presidente di Class Onlus

“I secchi delle vernici ad acqua sono un imballaggio che a oggi non dispone di una filiera di riciclo dedicata. Motivo per cui spesso diventa un rifiuto. Eppure, per le sue caratteristiche qualitative, si presta molto bene a utilizzi alternativi. Ed anche a una seconda vita grazie al riciclo delle materie plastiche di elevata qualità che lo compongono”.

E’ proprio in questa fase che entra in gioco Plastic Buster. Il progetto pilota attivo oggi presso i centri commerciali Iper La grande i di Montebello della Battaglia (PV) e Seriate (BG). Qui verrà incoraggiato il riuso dei secchi, introducendo la clientela al mondo della coltivazione idroponica. Cioè un tipo di coltivazione, realizzabile a livello domestico. Non fa uso di terriccio, utilizzando invece sostanze nutritive appositamente disciolte nell’acqua contenuta in un recipiente. Nello specifico proprio nel secchio di vernice ad acqua riutilizzato. Agli utenti del centro commerciale verrà distribuito un semplice manuale operativo per avviare una coltivazione idroponica casalinga. Il tutto realizzato in collaborazione con Terra Aquatica, azienda leader globale nel settore. Sarà poi organizzato un concorso per mostrare i frutti dell’orto acquatico, generando una specifica scontistica dedicata.

il commento di Andrea Di Federico, direttore di Iper Montebello

“Ospitiamo con grande piacere questo progetto pilota che rivolge un appello ai clienti per una concreta attività di sensibilizzazione. È fondamentale che imprese e istituzioni facciano sistema per proporre sempre più strumenti di educazione verso le persone che si riconoscono nei valori che sposiamo. Riciclo, sostenibilità, attenzione all’ambiente”.

Riguardo gli aspetti di riciclo, è previsto che nei due punti vendita sarà installato un apposito cassonetto intelligente, ideato e  costruito dalla società S&h. Un oggetto capace di riconoscere e immagazzinare i tipi di secchi selezionati. E’ previsto un buono sconto per i clienti virtuosi.

il commento di Elena Jachia, Direttore area Ambiente Fondazione Cariplo

“La sfida oggi è esplorare e supportare nuovi metodi e tecniche di consumo e riuso di prodotti e di imballaggi monouso in plastica. Evitando che si trasformino in rifiuti. In un’economia in costante evoluzione è necessario promuovere alternative sostenibili e proporre soluzioni efficaci. Passando sia per la valorizzazione delle filiere di riuso primario e secondario, sia per la sperimentazione di tecniche in grado di incentivare il coinvolgimento del consumatore finale nella filiera di riutilizzo dell’imballaggio monouso in plastica”.

il Presidente di Corepla, Giorgio Quagliuolo

“Questa iniziativa è un buon esempio di cosa significhi porre l’innovazione tecnologica al servizio dell’economia circolare. Ognuno di noi dovrebbe sentire sulle spalle la responsabilità di salvaguardare l’ambiente. E ognuno, a seconda del ruolo che occupa nella comunità, dovrebbe tradurre questa responsabilità in fatti concreti e tangibili. L’obiettivo che Corepla si pone, attraverso i progetti a cui aderisce, è cambiare profondamente l’approccio al rifiuto, che da scarto si trasforma in risorsa. Il percorso virtuoso che lo trasforma comincia, infatti, proprio dalla fine. Il momento in cui un oggetto non più utilizzabile viene buttato via ma è ancora ricco di valore. Ma affinché ciò avvenga è fondamentale il coinvolgimento delle comunità e la costruzione di una rete di persone che collaborino e agiscano insieme”.

l’Assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo

“Si tratta di un primo progetto realizzato in Italia ed è significativo che avvenga proprio in Lombardia con la partecipazione di aziende lombarde. Creare una sinergia tra raccolta differenziata e riutilizzo immediato per la cultura agricola domestica è la dimostrazione che l’economia circolare è una delle strade maestre della sostenibilità. Mi auguro che progetti come questi possano essere replicati anche in altri centri commerciali del territorio. Il percorso verso l’economia circolare è ormai una via obbligata per le imprese e rappresenta il driver per lo sviluppo dei prossimi decenni”.

L’inaugurazione del progetto è avvenuta martedì 18 gennaio 2022 presso il centro commerciale Iper La grande i di Montebello della Battaglia. Ed ha visto gli interventi di tutti partner del progetto e una rappresentanza istituzionale del territorio.

Redazione

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] ANCHE: Plastic Buster: la seconda vita dei secchi in plastica – Multinazionali della plastica monouso e industria petrolifera: fermiamoli! – […]