Riciclo rifiuti: l’approccio anche qualitativo di ASA Tivoli

Quando si parla di raccolta differenziata e di rifiuti avviati a riciclo ci si limita spesso ha focalizzarci sull’aspetto quantitativo, non approfondendo quello qualitativo. Proponiamo di seguito la nota stampa di ASA Tivoli che ci dà conto dei risultati ottenuti sul campo nell’ambito della qualità dei rifiuti riciclati.

Non solo quantità, ma anche qualità. È noto ormai che la città di Tivoli abbia raggiunto picchi dell’80% di raccolta differenziata, ma non è altrettanto conosciuto il fattore qualità dei rifiuti avviati a riciclo e recupero.

ASA Tivoli SpA è solita far analizzare periodicamente la qualità e il contenuto dei rifiuti attraverso dei campionamenti nei giorni di raccolta. Da tali analisi, certificate da laboratori accreditati, è emerso che la raccolta è composta da un quantitativo ridotto di impurezze o frazioni estranee, a significare che i cittadini partecipano in modo virtuoso e hanno imparato a differenziare bene.

Oltre ad avere toccato, nelle ultime settimane, una media del 79,3% di raccolta differenziata, le analisi svolte hanno evidenziato che l’indice di qualità per la raccolta dei rifiuti organici è del 97,4 %, con impurezze che si attestano solo al 2,6 %.

Nei rifiuti secchi non riciclabili, inoltre, l’indice di presenza della frazione organica è di 117. Un risultato notevole di poco sopra il minimo se si considera che la scala va da 100 a 1000. Numeri e segnali evidenti, questi, che dimostrano come a Tivoli l’Ambiente sia di cASA”.

Digiqole ad

Redazione

Articoli correlati