FAWLTS, tra scuola e mondo del lavoro

Presentiamo oggi una realtà che Ecofuturo festival ha incontrato nella recente tre giorni di streaming in preparazione di Exco Fiera Virtuale di ecoInnovazione

FAWLTS (From alumni, with love, to students) è una community che riunisce giovani professionisti di ambiti lavorativi molto diversi che hanno in comune il fatto di aver frequentato la stessa scuola superiore e con la volontà di aiutare gli studenti di oggi a capire meglio cosa fare da grandi. Questa “necessità” nasce anche dal fatto che in Italia quasi un giovane su 3 ricade nella categoria dei NEET, ovvero Not in Education, Employment or Training.

Trovare la propria strada oggi non è facile perché i ragazzi spesso non hanno ben chiaro cosa significhi veramente svolgere un determinato tipo di lavoro, non sempre riescono a trovare contatti a causa anche del contesto socio-familiare in cui sono inseriti e ad oggi, con il problema della diffusione del coronavirus, le difficoltà sono ancora più accentuate. FAWLTS vuole quindi abbattere quella barriera che c’è fra la scuola ed il mondo del lavoro, mettendo in contatto gli studenti con i giovani professionisti che possono spiegare meglio e far comprendere realmente cosa si faccia in un preciso tipo di lavoro.

Il lavoro di FAWLTS con gli studenti si suddivide in due macro categorie: l’orientamento al mondo del lavoro e lo sviluppo delle competenze trasversali. Per l’orientamento, è a disposizione dei ragazzi una piattaforma web (alla quale gli alunni del liceo possono iscriversi gratuitamente) che contiene i percorsi accademici e lavorativi di tutti gli alunni iscritti alla community. Gli studenti possono impostare dei filtri di ricerca, trovando così quali sono gli ex-studenti che corrispondono al profilo da loro ricercato e possono poi mettersi in contatto con i professionisti. Sempre nell’ambito dell’orientamento sono stati organizzati i Jobs Days, dove gli alunmni si sono resi disponibili a spiegare e a presentare il loro lavoro ed il loro percorso e poi interagire direttamente con i ragazzi. Il lavoro fatto da FAWLTS è anche molto incentrato sullo sviluppo delle competenze trasversali. In questo ambito sono state organizzati interventi in classe e diverse “School”.

Gli interventi in classe si focalizzano su tematiche attuali che non vengono di norma affrontate nell’offerta formativa classica scolastica, ma che sono ritenute essere fondamentali per formare consapevoli cittadini di domani. Anche in questo caso sono gli alunmni che mettono a disposizione le loro conoscenze a titolo volontario. Alcune delle tematiche affrontate sono l’intelligenza artificiale, il climate change, il gender gap, ma anche argomenti di natura più pratica, come ad esempio affrontare un colloquio di lavoro o come scrivere un curriculum.

Le “School” sono invece interventi più strutturati e più lunghi in cui si affronta un particolare macrotema. La prima ad essere nata è stata la “School of Entrepeneurship”, dove gli studenti, in un arco di sei mesi, sono invitati a sviluppare un’idea per creare una loro azienda, seguiti da un pool di esperti alumni che indirizzano i ragazzi nel raggiungimento dell’obiettivo finale. Sulla falsa riga di School of Entrepeneurship” sono poi nate “School of Sustainability” e “School of Tech”. School of Sustainability inizierà nel mese di dicembre 2020 e ha come obiettivo principale quello di far comprendere meglio ai ragazzi cosa realmente siano concetti quali il climate change, la carbon footprint, l’impatto ambientale e gli SDGs. Lo scopo finale è quello di dare delle basi di conoscenza scientifica sulle tematiche ambientali, di rendere più autoconsapevoli i ragazzi nei riguardi di quello che è il loro impatto ambientale e di come possono fare per ridurlo.


Dopo soltanto un anno di attività, il team di FAWLTS ha potuto già validare l’efficacia di questi programmi. Per rendere accessibile questo servizio a più ragazzi possibile, la sfida principale per i prossimi mesi è aumentare il numero di scuole coinvolte, dando queste opportunità al maggior numero di ragazzi possibile. Ad oggi ci sono 14 hub di FAWLTS attivi in scuole superiori di diverse regioni italiane. Per scoprire se c’è un hub attivo nella propria vecchia scuola superiore, è consultabile il sito www.fawlts.com. Per scoprire come aprire un nuovo, è possibile mettersi in contatto con il team di FAWLTS all’indirizzo mail fawlts.alumni@gmail.com

Digiqole ad

Redazione

Articoli correlati