La tecnica Waru Waru e la resilienza al cambiamento climatico

Nel cuore degli altopiani andini di Puno, un’antica tecnica agricola sta riemergendo come un faro di speranza al cospetto dei cambiamenti climatici: il Waru Waru. Trattasi di un metodo pre-Inca risalente a 2000 anni fa, che si sta dimostrando più di una semplice reliquia del passato. Con il suo funzionamento ingegnoso e la sua innata sostenibilità, è una testimonianza della saggezza delle comunità indigene che da tempo chiamano questa regione “casa”.

Waru Waru: Saggezza antica per sfide moderne

La tecnica, che deriva dal termine quechua per “mantello”, prevede la realizzazione di appezzamenti circolari circondati da solchi pieni d’acqua. Questi schemi intricati, che ricordano i cerchi nel grano, fungono da scudo protettivo per le colture di patate e quinoa contro le dure realtà della siccità e del gelo. Il sistema crea un microclima intorno alle piante, con l’acqua che assorbe calore durante il giorno e lo rilascia di notte, isolando così le colture dal freddo pungente.

Il sistema di drenaggio intelligente “Waru Waru” è un’altra meraviglia dell’ingegneria indigena. Previene le inondazioni durante la stagione delle piogge, incanalando efficacemente l’acqua in eccesso lontano dalle colture. Questa doppia funzionalità di protezione e prevenzione lo rende uno strumento prezioso di fronte a modelli meteorologici sempre più imprevedibili.

Waru Waru

2023: Un punto di svolta

L’anno scorso la regione di Puno ha vissuto la peggiore siccità degli ultimi sessant’anni. Le temperature sono scese a -20 gradi centigradi, minacciando il sostentamento di innumerevoli comunità di agricoltori. Tuttavia, coloro che hanno adottato la tecnica Waru Waru sono riusciti a evitare la penuria di cibo e a continuare la loro coesistenza pacifica con la terra.

Questo metodo sostenibile sfrutta appieno la capacità idrica della regione e i periodi di inondazione, offrendo innumerevoli vantaggi di fronte al riscaldamento globale e alle variazioni climatiche impreviste. Combattendo il gelo, fertilizzando il suolo, generando microclimi e favorendo la fauna, il sistema Waru Waru è un esempio lampante di ingegno umano in armonia con la natura.

Recuperare il Waru Waru: Un approccio al futuro

La rinascita di questa tecnica non è solo un richiamo nostalgico al passato. Rappresenta un passo fondamentale verso un’agricoltura sostenibile e resiliente negli altopiani andini. Mentre il mondo è alle prese con le conseguenze del cambiamento climatico, la saggezza del Waru Waru ci ricorda che a volte le risposte che cerchiamo non si trovano nel futuro, ma nelle lezioni del nostro passato.

Oggi il Waru Waru è un simbolo di resilienza e adattabilità, una testimonianza dello spirito resistente delle comunità indigene che continuano a coltivare queste terre. La loro è una storia di speranza e perseveranza, che riecheggia sugli altopiani andini e risuona tra le persone di tutto il mondo.

Nell’affrontare le complessità del nostro mondo in continua evoluzione, il Waru Waru offre un progetto di vita sostenibile, una tabella di marcia guidata da un’antica saggezza e forgiata di fronte alle avversità. È una storia di resistenza e ingegno umano, una narrazione che trascende i confini e parla della nostra lotta comune contro le forze della natura.

Nel cuore degli altopiani andini, tra questi schemi circolari, si nasconde un messaggio di speranza e resilienza. Un messaggio che riecheggia nel tempo, dalla saggezza del passato alle sfide del presente, fino alla promessa di un futuro sostenibile.

Fonte articolo: Reviving Ancient Wisdom: The Waru Waru Technique and Climate Chang… (bnnbreaking.com)

Leggi anche Una nuova agricoltura sostenibile per beneficiarne tutti

Redazione

Articoli correlati