Arrivano a Roma le pillole di Ecofuturo per curare le febbre della terra

Le ecotecnologie saranno protagoniste il 3 ottobre a Roma. Il network di Ecofuturo incontra il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa il 3 ottobre 2019, Roma Ministero dell'Ambiente, ingresso Via Cristoforo Colombo 44.

   #ecofuturo #pillolediecofuturo "Arrivano a Roma le pillole di Ecofuturo per curare le febbre della terra" Click to Tweet

Giovedì 3 ottobre, gli esponenti di Ecofuturo terranno un convegno nazionale dal titolo “Le pillole di Ecofuturo per curare le febbre della Terra”. Il convegno si terrà dalle 10:00 alle 13:00 presso la Sala Auditorium del Ministero dell’Ambiente, in Via Cristoforo Colombo 44 Roma, alla presenza del Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, e del Presidente della Com missione Industria del Senato, Gianni Girotto. Per l’occasione, gli ecoinnovatori di Ecofuturo presenteranno una selezione ragionata di tecnologie per decarbonizzare il pianeta, efficaci, efficienti, rinnovabili e, soprattutto, sostenibili finanziariamente ed energeticamente. «Un’opportunità importante - afferma Fabio Roggiolani, cofondatore di Ecofuturo e fondatore di Ecquologia - per mettere in campo il grande patrimonio di idee e ecotecnologie costruito in sei edizioni del festival, insieme a una quantità sempre crescente di imprenditori lungimiranti e a ricercatori, scienziati ed ecologisti».

I cofondatori di Ecofuturo Festival, Fabio Roggiolani, Jacopo Fo e Michele Dotti, insieme al Direttore di Qualenergia Sergio Ferraris, introdurranno gli interventi dei singoli innovatori, che spazieranno nel nuovo universo della sostenibilità e dell’economia circolare. «Le tecnologie le abbiamo. - afferma Michele Dotti, EducAttore attivo nel campo della divulgazione ambientale - Ciò che è necessario fare è farle arrivare al mondo dei decisori economici e politici affinchè possano implementarle all'interno delle proprie decisioni». Il tutto in un quadro nel quale l'opinione pubblica è sempre più interessata a soluzioni circa il problema climatico e ambientale che si fa sempre più stringente nell’epoca attuale e nella società contemporanea. «Per risolvere problemi importanti come inquinamento dei mari dalla plastica, surriscaldamento globale ed esaurimento delle risorse non bastano solo belle parole e buoni propositi. afferma l'attore Jacopo Fo - servono soprattutto idee e azioni concrete, che siano economicamente ed ecologica-mente attuabili».

Le ecotecnolgie che saranno presentate risponderanno ad alcune esigenze ambientali del nostro paese, quali:

PLASTIC FREE

Approvazione di una legge pescatori/spazzini del mare, e posizionare in tutti i luoghi pubblici o privati dove oggi è presente uno o più distributori automatici di bottiglie a perdere un distributore di acqua fresca, gassata e naturale  proveniente direttamente dalla rete pubblica.

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Tra le  tecnologie ammesse allo sgravio fiscale inserire il cappotto termico invisibile attuato con tecniche di insufflaggio che utilizzano prodotti di recupero della filiera dei rifiuti.

CO2 RINNOVABILE

Con tecniche di origine italiana è possibile recuperare la CO2 dai processi industriali e energetici, depurarla, liquefarla e renderla identica alla CO2 prelevata dal sottosuolo a un costo compatibile senza arrecare problemi economici.

DRAGAGGI E RIPASCIMENTI

Ecodragaggi a circuito chiuso e del ripascimento con sabbie selezionate da recupero dai dragaggi stessi delle spiagge in erosione è matura. Basta adottarla.

GREEN PORT E AUTOSTRADE DEL MARE

Rimettere al centro il mare con le strade e autostrade del mare, è più veloce ed ecologico oltre che infinitamente meno costoso rispetto a tutte le altre infrastrutture. Con il biometano si possono riconvertire oggi tutti i motori delle grandi e piccole navi, oltre a elettrificare quelle più piccole.

SBLOCCARE LA RICONVERSIONE DEGLI IMPIANTI DA BIOGAS ESISTENTI A BIOMETANO

Una misura urgente e semplicemente amministrativa può far partire l’agricoltura biologica /bioenergetica dei doppi raccolti e dello stoccaggio permanente nel suolo di quantità enormi di CO2.

LIBERARE LE RINNOVABILI

Senza una spinta dal ministero dell’Ambiente non uscirà la misura che aspettiamo e su cui abbiamo raccolto decine di migliaia di firme ovvero la libera vendita di energie rinnovabili nei sistemi di distribuzione chiusa per i privati e anche con lo scambio altrove per le amministrazioni pubbliche.

Senza lo scambio altrove i comuni non potranno utilizzare i tetti degli edifici scolastici per il fotovoltaico per alimentare le proprie reti d'illuminazione e i propri edifici, d’altronde senza questa misura sarà ben difficile riconvertire le scuole in project financing perché chiudono quando il sole è più produttivo.

Cosa è Ecofuturo

Ecofuturo non è una semplice fiera, ma un luogo di incontro tra chi crede in un futuro ecosostenibile. Una “community ecologista”, che punta a cambiamenti concreti attraverso innovazione tecnologica, scelte negli stili di vita personali e scelte politiche consapevoli e coerenti. Il festival nasce nel 2014 da un’idea di Fabio Roggiolani, Jacopo Fo e Michele Dotti ed inizialmente si teneva presso la Libera Università di Alcatraz a Gubbio. Oggi la manifestazione è stata spostata al fenice Green Energy Park a Padova, dove gli spazi disponibili per le esposizioni e per le installazioni ecotecnologiche diventano parte integrante del parco delle energie rinnovabili e del centro di formazione. Fin dalle passate edizioni, alla fiera hanno presenziato e sono intervenuti numerosi esperti del settore, gli “ecoinnovatori”, e nel tempo è cresciuto anche l’interesse da parte del pubblico. Nell’ultima edizione, che si è tenuta dal 25 al 29 giugno 2019 sono state registrate 300mila persone in diretta streaming durante la cinque giorni di convegni. Un successo che elegge Ecofuturo il convegno ecologico più seguito a livello europeo.

L'evento sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook di Ecofuturo.

 

 

Contatti e info:

Michele Dotti 333-2122538
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fabio Roggiolani 335-7761774
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sauro Secci 328-4554695
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Duccio Braccaloni 328 7699078
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Rapporti con i media:

Sergio Ferraris 335-7417704
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Siti di riferimento:

Ecofuturo -  www.ecofuturo.eu

Ecquologia - www.ecquologia.com

Jacopo Fo - www.jacopofo.com

Michele Dotti - micheledotti.net

Sergio Ferraris - www.sergioferraris.it

Fondazione Fenice - www.fondazionefenice.it

Ufficio stampa e comunicazione ideato e gestito da Sergio Ferraris e Marco Dal Poz per Econnection

nostri mediapartner

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS