Scilipoti a Raitre: l'"altra medicina" prende le distanze

domenico scilipotiDoctor33, 11/05/11 - Scilipoti a Raitre: l'"altra medicina" prende le distanze

Ha scatenato il putiferio l'exploit dell'onorevole Domenico Scilipoti alla trasmissione "Mi Manda Raitre" di venerdì scorso, al punto che gli stessi rappresentanti del mondo delle cosiddette medicine alternative prendono a gran voce le distanze dal medico siciliano. In trasmissione si affrontava il caso di Manuela Trevisan, una donna di Casarsa della Delizia (Pordenone), deceduta nel 2008 a 46 anni per un linfoma di Hodgkin. La Trevisan era seguita da Danilo Toneguzzi, psichiatra di Pordenone e presidente del "comitato scientifico" dell'associazione Alba (Associazione leggi biologiche applicate), che divulga in Italia le teorie di medicina alternativa sostenute da Ryke Geerd Hamer, medico tedesco famoso come papà di Dirk Hamer, il ragazzo ucciso da Vittorio Emanuele di Savoia. Hamer è stato radiato dall'albo dei medici tedesco e pesano sulla sua testa già diverse condanne.

È, inoltre, il fondatore della "Nuova Medicina Germanica", disciplina condannata in Europa e additata come causa di un numero considerevole di decessi.

In trasmissione si chiedeva conto a Scilipoti, ginecologo nonché portabandiera della medicina olistica, del perché, in occasione di un convegno da lui organizzato il 15 aprile scorso presso la Camera dei Deputati, avesse invitato come relatore proprio Danilo Toneguzzi. Nessuna risposta ma, in cambio, urla e insulti a suon di "mascalzone" al conduttore, con grande sgomento da parte dei presenti, a partire dai familiari della donna deceduta sino all'illustre oncoematologo Franco Mandelli.

Ieri la presa di posizione della Consulta nazionale per la medicina integrata (Conmi) che rappresenta la maggior parte delle sigle che da 20 anni si occupano di medicine complementari. "Noi non solo non ci sentiamo rappresentati dall'Onorevole Scilipoti, ma mai gliene abbiamo dato mandato" afferma la Conmi. "Piuttosto, il suo cosiddetto movimento olistico rappresenta una sua personale iniziativa, a lui forse politicamente utile ma vuota di adesioni, almeno da parte del mondo più rappresentativo del settore delle medicina complementare in Italia. In un comunicato, poi, la Conmi si rivolge direttamente al medico parlamentare: "Purtroppo le sue numerose apparizioni nelle TV e sui giornali, così come i suoi molti convegni organizzati nelle sedi prestigiose del Parlamento, non rappresentano i contenuti corretti e concreti dell'insieme delle Società scientifiche delle medicine complementari e delle Associazioni delle Discipline Bionaturali, la più parte delle quali, infatti, hanno preferito allontanarsi da Lei e collaborare con la Consulta".

Nicola Miglino

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS