La riconversione dei trasporti pesanti terrestri e navali è possibile? - Diretta streaming giovedì 19 marzo
Dopo il Corona Virus e la conferma che le polveri sottili fanno da "carrier", ovvero da vettore, anche dei virus in aree densamente popolate (vedi anche il recente articolo Coronavirus: le polveri sottili autostrade di diffusione), la "fretta" di riconvertire non deriva più soltanto dai danni al clima e dal classico smog, cui non abbiamo prestato più di tanto attenzione perché il danno subito non è immediatamente rilevabile, ma appunto da una minaccia che ci ha costretto agli arresti domiciliari per questo tempo in cui scriviamo e che ancora non sappiamo quando finirà.
 
In vari convegni abbiamo affermato, noi di Ecofuturo, che la riconversione è possibile, perché stanno arrivando varie tecnologie per risolvere, in maniera conveniente per il clima e l'economia oltre che per la salute, questo enorme problema. Oggi con lo sviluppo del biometano e del biometano liquido, sia da rifiuti che da #biogasfattobene da agricoltura, questa riconversione può diventare rinnovabile.
 
Giovedì 19 marzo, continuando la serie di dirette streaming "Andrà tutto bene e sarà rinnovabile" realizzate dallo staff di Ecofuturo Festival e dalla redazione di Ecquologia, alle ore 17:00 parleremo, con gli ospiti collegati con il sistema di videoconferenze Zoom, della riconversione dei trasporti pesanti terrestri e navali
 
 
Partecipano
 
Mario Ambrogi, Presidente LC3 Internationa Natural Transport
Maria Rosa Baroni, Presidente di NGV Italy
Mauro Coltorti, Presidente della Commissione Trasporti del Senato
Christian Curlisi, Direttore del Consorzio Italiano Biogas (CIB)
Matteo Lorenzo De Campo, AD Gruppo Maganetti 
Roberto Roasio, Business development manager Ecomotive Solutions
Andrea Ricci, Senior Vice President di Snam4Mobility 
Nicola Ventura, Direttore Ecomotori.net
 
in regia e coordinamento Sergio Ferraris con le incursioni di Jacopo Fo e la presenza di Michele Dotti, direttore di Ecofuturo Magazine 
 
ECOFUTURO FESTIVAL
 

È una manifestazione che si sviluppa da sempre essenzialmente on line.

Ogni anno organizziamo uno studio televisivo sempre più attrezzato e produciamo 10 ore di dirette al giorno con 300.000 visualizzazioni.

Non a caso la collocazione del Festival è a Luglio perché favoriamo il massimo della fruizione on line e il minimo dei costi per chi vuole fruirne.

È chiaro che questa scelta comprime la partecipazione diretta e spesso abbiamo dovuto subire con pazienza i consigli di chi preferisce 100 spettatori in più in una sala a 50.000 visualizzazioni Facebook in diretta e decine di migliaia su YouTube, sui siti e su mille altre strade virtuali in differita.

Oggi il patrimonio di informazioni e formazione continua che circola come Ecofuturo è davvero una risorsa per tutte e tutti.

Ecco perché la terribile esperienza che vive il nostro popolo non ci impedisce di far progredire il confronto e il lavoro, perché crediamo da sempre che il viaggiare per ascoltare una persona che parla, se non dobbiamo interagire in altro modo, non sia più la soluzione eco e economica.

Quindi in questi giorni, che possiamo passare nelle nostre case grazie all’eroismo di tanta gente che deve stare in prima linea a rischiare la propria salute per tutti i cittadini, noi proseguiamo a fare quello che possiamo.

Seguiteci e rilanciateci se vi piace! E forza che andrà tutto bene e sarà rinnovabile il futuro!

 
 
 
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Video

Altri Video
Watch the video

Community

Il Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) è un’Associazione che raccoglie attualmente, in qualità di Soci, 24...

Inizia sul sito di Ecquologia una collaborazione con la nostra Associazione Naz. Chimica Verde Bionet sulle tematiche di nostra competenza, ovvero...