Confermando il grande divario esistente tra nord e sud del paese, Trento risulta la città più sostenibile d'Italia secondo i tre grandi ambiti di trasporti, energia e ambiente. Seguono Torino, Bologna, Mantova e Milano. Questo il responso del nuovo Smart City Index 2020 di Ernst&Young, che registra annualmente gli avanzamenti di sostenibilità delle città italiane.

             #smartcityindex2020 "Smart City Index: Trento in vetta" Click to Tweet  

Le città dell'Italia settentrionale si confermano come guida in termini di sostenibilità con Milano che risulta la prima città italiana per la mobilità condivisa a fine 2019, con oltre 3.000 auto in car sharing divisi tra sei operatori, 3 dei quali elettrici, e 4.800 biciclette. 

Analizzando la classifica top-20 si rilevano 12 città medie, come Bolzano, Brescia, Bergamo, Pordenone e Ferrara. La ventesima risulta Firenze, con Roma che si colloca al 78° posto dopo Napoli che si colloca al 62°. A chiudere la classifica L'Aquila (107a), Catania (108a) e Crotone (109a).

Come ha voluto commentare Andrea D'Acunto, Mediterranean Government and Public Sector Leader di Ernst&Young, "Da diversi anni le città nel nostro Paese si stanno evolvendo in maniera sensibile verso la sostenibilità, attivando diverse iniziative per essere a basso impatto ambientale, favorire la mobilità sostenibile e ridurre fenomeni come l'inquinamento atmosferico e il congestionamento del traffico. E' ancora presente, tuttavia, un grande divario con le città del Sud, ad eccezione di Lecce e Bari che si collocano tra le prime 50 nella classifica dedicata al tema della sostenibilità".

Analizzando i risultati del nuovo report "alcuni indicatori sono cresciuti in maniera esponenziale soprattutto nelle città metropolitane di Milano, Torino, Bologna, o nelle città medie del Nord". Relativamente alla mobilità sostenibile (mobilità elettrica, ciclabile e pedonale e mobilità condivisa) tutti gli indicatori evidenziano un costante aumento negli ultimi sei anni, con significativi incrementi nell'ambito della mobilità elettrica.

A livello di parco viaggiante in Italia, nell'ultimo quadriennio, le auto elettriche e ibride sono più che triplicate, facendo registrare un +259% rispetto al 2016, con una significativa diminuzione del parco viaggiante complessivo dal 2002 al 2018: Milano ha eliminato oltre 100.000 veicoli, mentre tre città del Sud come Messina, Catania e Reggio Calabria sono in controtendenza, avendo fatto registrare un incremento. 

La Redazione di Ecquologia

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Blog post