Biometano agricolo in rete: la prima immissione dall’impianto Caviro

Un momento davvero importante quello che ha visto la inaugurazione, la settimana scorsa a Faenza, del primo impianto di produzione di biometano agricolo in Italia nell'ambito della Cooperativa vitivinicola Caviro, socio CIB (Consorzio Italiano Biogas), aprendo le porte della nuova struttura per alcune viste guidate.

          #biometanoinrete #cib #biogasfattobene  "Biometano agricolo in rete: la prima immissione dall’impianto Caviro" Click to Tweet

Come la stessa Cooperativa Caviro precisa in un comunicato stampa: “Si tratta di un nuovo importante passo che il Gruppo Caviro compie verso l’economia circolare poiché il biometano prodotto dal digestore è totalmente rinnovabile ed essendo generato da scarti e sottoprodotti, è classificato come biocarburante avanzato, ovvero che non sottrae superficie coltivabile alle produzioni alimentari”.

 

Nell'impianto di Faenza alla base della produzione di biometano, sono i sotto-prodotti del ciclo produttivo di vinificazione, insieme a reflui di allevamenti della zona, trasformati dall'impianto in biogas, il quale, sottoposto a processo di purificazione (upgrading) può divenire biometano. Il combustibile è immesso nella rete nazionale Snam, andando ad alimentare i distributori dedicati al rifornimento dei veicoli stradali a metano. Si tratta del primo del suo genere in Italia, ed avrà la possibilità di alimentare circa 18.000 auto, una volta arrivato a regime.

A fronte dell'evento la grande soddisfazione del Presidente CIB, Piero Gattoni, il quale spiega come "L’immissione in rete del primo metro cubo di gas rinnovabile di origine agro-industriale è un momento storico per tutta l’agricoltura italiana. Caviro è un esempio virtuoso di coesistenza tra agricoltura e produzione di gas rinnovabile che mi auguro potrà essere presto seguito da altri. Gli investimenti delle aziende italiane del settore in attività di ricerca e sviluppo e il supporto attivo del CIB, che da sempre favorisce le sinergie e il trasferimento tecnologico tra il mondo dell’industria e quello dell’agricoltura, sta dando i risultati auspicati”. Il biometano è un biocarburante avanzato che può giocare un ruolo primario nella transizione energetica e non solo. L’esempio di Caviro dimostra come la cooperazione e il modello di azienda circolare possano essere un prototipo vincente per rafforzare la competitività del settore agroindustriale e per contribuire alla decarbonizzazione del settore energetico favorendo, al contempo, la tutela ambientale”.

 

A seguire un video che documenta la inaugurazione del nuovo impianto Caviro.

La Redazione di Ecquologia

 

 

 

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Video

Altri Video
Watch the video

Terra ed Ecologia

Altri Articoli

Energie Rinnovabili

Altri Articoli