Il 50% dell'energia elettrica nel 2050 sarà prodotto dal vento

eolicoNel 2050 il 50% del fabbisogno energetico di tutta l’Europa potrebbe essere soddisfatto grazie all’energia eolica; questa è la previsione dell'ultimo rapporto dell’Ewea (European Wind Energy Association), che prevede che, entro quell’anno, la capacità eolica installata nel vecchio continente raggiungerà i 735.000 MW.

La quantità maggiore arriverà dai parchi eolici offshore, 460.000 MW in totale per 1.813 miliardi di kWh ogni anno, mentre il resto sarà prodotto dagli impianti sulla terraferma (circa 700 miliardi di kWh annui).

Il primo obiettivo di questa crescita è il 2020, quando, in Europa, l’energia eolica contribuirà a soddisfare il 15,7% del fabbisogno elettrico, con 230.000 MW. In testa alla lista dei paesi che contribuiranno di più c’è l’Irlanda, che già nel 2020 riuscirà a soddisfare più del 50% del proprio fabbisogno energetico grazie all’eolico. Seguono la Danimarca, che fra dieci anni potrà vantare il 38% dell’energia elettrica prodotta dal vento, ed il Portogallo, con il 28%. Poi Spagna (27%), Grecia (23%), Paesi Bassi (20%), Regno Unito (19%), Lituania e Bulgaria (18%) e Germania (17%). E l’Italia? Nel 2020 si prevede che l’eolico contribuisca soltanto per il 9% alla domanda interna di energia elettrica, un dato piuttosto deludente...

Clicca qui per tutti i dettagli (in inglese).

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS