Tags : eolico

Via libera al primo parco eolico offshore in Sicilia

7 Seas Med sta sviluppando il primo parco eolico galleggiante offshore di dimensione commerciale nel Mediterraneo. Previsto nel Canale di Sicilia, a circa 35 km dalla costa di Marsala, avrà una potenza di 250 MW. Questa iniziativa è una partnership tra GreenIT, la joint venture italiana per le energie rinnovabili tra Plenitude (Eni) e CDP Equity (Gruppo CDP), e Copenhagen Infrastructure Partners (CIP). Lo […]Leggi

Ventea: Tecnologie Avanzate per le Energie Rinnovabili

Alla scoperta di Ventea, startup innovativa che opera nel settore delle energie rinnovabili. Ventea sviluppa soluzioni tecnologiche avanzate per la produzione di energia pulita, destinate alle installazioni di piccola e media taglia, sia fisse che mobili (EMoDe). E con particolare attenzione agli impianti non connessi alle reti elettriche. Grazie all’esperienza dei suoi fondatori, Ventea è […]Leggi

Il Parco Eolico offshore di Civitavecchia si farà

Il Parco Eolico offshore al largo di Civitavecchia si farà. E’ arrivato l’Ok alla procedibilità dell’Istanza di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), presentata ormai da 2 anni, da parte del Ministero. Il piano, presentato dalla cordata Tyrrhenian Wind Energy, formata dai danesi della Copenhagen Infrastructure Partners, specializzati in impianti eolici in mare, da Eni Plenitude […]Leggi

Eolico in Italia: tutti i numeri del 2023

Nel 2023, l’energia eolica ha raggiunto un nuovo record in Italia, generando 23,4 TWh, corrispondente al 7,6% della domanda elettrica nazionale e al 9,1% della produzione totale. Questo successo ha posizionato l’eolico come la terza fonte rinnovabile principale, costituendo il 20,7% del totale delle fonti energetiche rinnovabili. Nonostante questi risultati positivi, la potenza installata annuale […]Leggi

Il legno conquista l’eolico: installazione record in Svezia

Che cos’è realizzato con lo stesso legno di un albero di Natale, tenuto insieme dalla colla e prodotto in una fabbrica svedese per essere assemblato in un secondo momento? Se la domanda vi fa venire in mente i mobili e le polpette di carne, vi sbagliate. Se avete risposto “una turbina eolica in legno”, potreste […]Leggi

Rinnovabili Italia: crescono gli impianti ma troppo lentamente

Fonti rinnovabili. Aumenta del 39% la nuova potenza installata nel terzo trimestre del 2023 rispetto al medesimo periodo del 2022, per un totale di 1.078 MW. 980 MW per fotovoltaico (+92%), 95 MW per eolico (-63%) e 3 MW per idroelettrico (-66%). La nuova potenza connessa nel 2023 è aumentata del 57% rispetto ai primi […]Leggi

Eolico: ecco le turbine galleggianti contro-rotanti

La società norvegese World Wide Wind (WWW), che sta sviluppando un nuovo design per le turbine eoliche galleggianti offshore, e AF Gruppen (AFG), la seconda più grande società norvegese di ingegneria e costruzione, hanno deciso di testare il primo prototipo WWW presso il cantiere AF di Vats, sulla costa sud-occidentale della Norvegia. Il prototipo di […]Leggi

Navigazione eolica: la scelta di Airbus

La flotta marittima transatlantica della società aerospaziale Airbus si rinnova. A partire dal 2026, tre navi roll-on/roll-off appositamente commissionate trasporteranno i componenti degli aerei tra gli impianti di produzione in Europa e negli Stati Uniti. Ciascuna di esse funzionerà con un mix di gasolio marittimo, e-metanolo e propulsione a vento. La riduzione dell’impatto ambientale del […]Leggi

Dalla Filosofia all’Energia Eolica: storia di Sabrina Malpede

Nel contesto della crescente domanda di energie rinnovabili, Sabrina Malpede, ingegnere aerospaziale di origini italiane residente a Edimburgo, ha realizzato un’idea dal grande potenziale per ridurre i costi e aumentare la produzione di energia eolica, attraverso la sua start-up, Act Blade. Il progetto, di cui ha parlato recentemente anche il prestigioso Financial Times e la […]Leggi

Rinnovabili, bozza Decreto Aree Idonee: servono modifiche!

Rinnovabili, comunicato stampa del Coordinamento Free sulla Bozza di Decreto Aree Idonee. Servono almeno cinque modifiche puntuali e radicali. Se il decreto dovesse passare come è ora è a rischio il futuro delle fonti rinnovabili in Italia Il Coordinamento FREE, pur riconoscendo che la nuova bozza di Decreto Aree Idonee, trasmessa alla Conferenza Unificata Stato-Regioni, […]Leggi