Conto Termico 2.0: Nuove opportunità per i cittadini, le imprese e le aziende agricole

Diamo conto con piacere di due eventi svoltisi in Umbria nei giorni scorsi, su uno dei temi su cui c'è ancora molto da lavorare nel cammino per la lotta ai cambiamenti climatici e per la decarbonizzazione dei sistemi energetici, come quello degli usi dell'energia termica e di uno degli strumenti di riferimento per promuoverne un uso efficiente come il "Conto Termico". 

 

Il 28 e 29 Novembre 2016, sono stati organizzati due eventi informativi nel "cuore Verde d’Italia” per promuovere il risparmio energetico e la riqualificazione degli impianti di
riscaldamento.
L’iniziativa, pianificata nell’ambito del progetto ed organizzata grazie alla disponibilità
ed al supporto del Comune di Bettona e del Comune di Gualdo Tadino, intende presentare le opportunità offerte dal Conto Termico 2.0, incentivo per interventi di incremento
dell’efficienza energetica e di ricorso alle fonti energetiche rinnovabili termiche.

I comuni coinvolti si sono dimostrati virtuosi rispetto al tema del risparmio energetico, facendosi promotori nel proprio territorio della sensibilizzazione dei cittadini,
delle imprese, dei professionisti e delle associazioni di categoria sull'argomento.

Gli incontri rientrano tra le iniziative facenti parte della campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in classe A” promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e
realizzata dall’ENEA in attuazione dell’art. 13 del Decreto Legislativo 102/2014, che ha come finalità principale la sensibilizzazione sui temi del risparmio, dell'uso efficiente dell’energia e di fornire gli strumenti per realizzarli.

Durante gli interventi è stata fatta un’introduzione per illustrare brevemente la situazione energetica nazionale, per poi presentare i benefici che offre il "Conto Termico 2.0", meccanismo incentivante che promuove la riqualificazione degli impianti di risca
e degli edifici tramite un contributo economico diretto (non è una detrazione fiscale), che può arrivare a coprire fino al 65% delle spese sostenute.

Sono previste numerose tipologie di interventi che rientrano rispettivamente nella categoria di incremento dell’efficienza energetica (incentivi riservati alle Pubbliche
Amministrazioni) e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili (possono accedervi sia i Soggetti Privati che le PP.AA.).

 

Ogni misura prevede che siano rispettati determinati requisiti per ottenere il contributo, il Conto Termico infatti incentiva solo le migliori tecnologie disponibili sul mercato
e favorisce la riqualificazione energetica, generando di riflesso una serie di ricadute occupazionali.
Il meccanismo incentivante è stato potenziato e reso più efficace con il Decreto Ministeriale 16 febbraio 2016, entrato in vigore il 31 maggio 2016, perché la prima
versione ha avuto poca fruizione per una serie di fattori sfavorevoli


Dei 900 milioni di spesa annua cumulati (200 per le PP.AA. e 700 per i soggetti Privati), solo una minima parte sono stati impiegati. Al 1 novembre 2016 sono state ammesse all'incentivo oltre 23.000 richieste che hanno comportato un impegno
totale degli incentivi pari a circa 86 milioni di euro (Fonte: Contatore del Conto Termico del GSE).


Gli incontri si sono svolti il 28 novembre 2016, presso la Mediateca del Museo dell’Emigrazione, via Soprammuro, Gualdo
Tadino (PG) ed il 29 novembre 2016, presso la Sala del Consiglio comunale, di Bettona, in piazza Cavour a Bettona (PG)

Come ha precisato Dario Ridolfi, responsabile del progetto "Rido", "“Questi incontri rappresentano i primi passi di un percorso con cui intendiamo favorire la crescita della cultura dell’uso razionale dell’energia. Siamo partiti sviluppando degli
approfondimenti sul Conto Termico 2.0 perché è un meccanismo incentivante efficace, che prevede un contributo economico solo per interventi che rispettano elevati requisiti
prestazionali, ambientali ed impiantistici e che ad oggi risulta ancora scarsamente utilizzato, ma abbiamo in programma numerose altre iniziative.”

Un sentito ringraziamento, da parte degli organizzatori va al Sindaco di Bettona e al Sindaco di Gualdo Tadino che hanno supportato l’iniziativa recependone i principi mirati a promuovere la progressiva
riqualificazione degli edifici e dei sistemi di riscaldamento del territorio, secondo criteri che permettono di adottare le tecniche più efficienti e rinnovabili disponibili sul mercato.”

La Redazione di Ecquologia

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS