Ecofuturo 2018: sessione conclusiva il 22 luglio con "La riforma della mobilità", tutti gli atti

Sessione conclusiva di Ecofuturo 2018, quella della mattina di domenica 22 luglio, ancora all'insegna della mobilità, con il raduno di auto elettriche e dual fuel. Un grande abbraccio ultrasecolare con la presenza della prima auto elettrica italiana, realizzata nel 1891 dal Conte Giuseppe Carli di Castelnuovo Garfagnana ed esposta per tutta la durata del Festival presso lo storico Caffè Pedrocchi di Padova, e degli ultimi modelli di auto elettriche, con vere ammiraglie come le Tesla.  

    #ecofuturo2018 #mobilità #ecodragaggi "Ecofuturo 2018: sessione conclusiva il 22 luglio con "La riforma della mobilità", tutti gli atti" Click to Tweet

A coordinare la sessione il Professor Maurizio Fauri dell'Università di Trento e membro del Comitato Scientifico di Ecofuturo Festival. Dopo che il Festival ha riservato altri momenti significativi alla mobilità, con particolare riferimento all'emergente settore del biometano nazionale, fondamentale nei nuovi scenari di economia circolare, la sessione finale si è concentrata particolarmente sulla mobilità elettrica.

Una sessione che ha visto la significativa partecipazione del SottoSegretario al MIUR On. Lorenzo Fioramonti, che ha poi concluso la sessione stessa.

Ad aprire il quadro degli interventi è stato Alessandro Cantore di Greenspider, il quale, parlando del nuovo sistema di "Smart Sharing" introdotto anche in Italia, ha approfondito il cruciale tema dell'integrazione delle piattaforme di mobilità in sharing, car, bike, etc, nelle nuove logiche di smart cities.  

E' stata poi la volta di Alessandro Giubilo di Flexyenergy, che ha approfondito il tema della possibilità di ricarica dei mezzi elettrici, rifuggendo possibili tentativi di monopolizzazione della ricarica, e offrendo anche soluzioni intelligenti per la ricarica in ambito domestico, attraverso nuove Wall Box intelligenti.

E' stata poi la volta di Sauro Secci di Giga-FREE Ecofuturo, il quale, poco prima del collegamento in diretta skype con uno dei membri dell'equipaggio, ha presentato l'affascinante progetto della prima auto solare a 4 ruote tutta italiana, "Emilia4", messa a punto da UniBO e Associazione "Onda Solare", che, unica rappresentante europea, ha partecipato all'"American Solar Challenge", competendo con 32 equipaggi di altrettanti atenei del mondo sulla leggendaria Oregan Trail, che portava i carovanieri dal Nebraska all'Oregon lungo un percorso di oltre 3000 km.

La cosa più bella è stata veder realizzare il collegamento skype (Fabio Roggiolani di Ecofuturo ha chiamato l'equipaggio di Emilia4, quando in Oregon erano le 3 di notte) proprio alla vigilia dell'ultima tappa che ha poi portato l'auto solare emiliana a trionfare su tutti (vedi post "Domenica 22 luglio: giornata memorabile per Ecofuturo 2018 ed Emilia4..."). 

Proseguendo con il quadro degli interventi è stata poi la volta del Professor Giampietro Ravagnan dell'Università di Venezia Ca'Foscari, che ha parlato degli straordinari vantaggi che già oggi possono offrire i nuovi traghetti fotovoltaici scaturiti dal progetto "Electrosmart Boat" ed approfondendo le caratteristiche del nuovo traghetto Horus 24.  

E' stato poi il turno di Maurizio Donati della Associazione "Antiche Ruote" di Castelnuovo Garfagnana, grazie alla forte volontà del quale è stato possibile avere per tutta la durata di Ecofuturo lo storico mezzo. Progettato dal Conte Giuseppe Carli, è stato ricostruito fedelmente secondo disegni e specifiche, ritrovati della stesso Maurizio Donati, da alunni e professori dell'Istituto di Istruzione Superiore di Castelnuovo Garfagnana. Nella foto seguente Maurizio Donati nelle vesti del Conte Carli, insieme alla signora, interpretata da Vanessa Giannelli dell'Associazione "Belle Epoque" di Lucca,  sulla storica auto elettrica.

La conclusione della sessione ha ricevuto gli onori del SottoSegretario al MIUR Lorenzo Fioramonti, che ha partecipato con grande attenzione alle ultime sessioni del Festival. Molto sentito l'intervento di Fioramonti, che ha parlato della grande importanza di fare rete, con particolare riferimento alle sinergie attivabili tra mondo dell'istruzione e della formazione e quanti da anni si battono per l'affermazione delle ecotecnologie a tutela degli ecosistemi, della vita e della convivenza pacifica dell'uomo sul pianeta per affermare davvero nuove consapevolezze a partire dai giovani. Una partecipazione apprezzatissima quella di Fioramonti ed un grande incoraggiamento ad andare avanti sulla strada intrapresa dalla sempre più estesa e radicata rete di Ecofuturo Festival.

 

Questo il programma della sessione pomeridiana di sabato 20 luglio "La riforma della mobilità"

  • Smart Sharing- New Horizon 2020: il progetto di Greenspider – Alessandro Cantore (Greenspider)
  • La mobilità elettrica: libera colonnina in libero stato – il punto sulla mobilità elettrica e la strategia delle wall-box – Alessandro Giubilo
  • Il car sharing elettrico – Pierpaolo Turco (Sharengo)
  • "Dalla Via Emilia al West: Emilia4 all'American Solar Challenge - Sauro Secci (Giga-Ecofuturo)
  • Collegamento Skype con il team Onda Solare che a bordo del veicolo solare Emilia 4 sta partecipando all’American Solar Challenge dal Nebraska all’Oregon, rappresentando l’Europa
  • Arrivano i traghetti fotovoltaici – Giampietro Ravagnan (Università di Venezia Ca'Foscari) - I traghetti fotovoltaici ed il progetto "Electrosmart Boats"
  • Maurizio Donati (Associazione “Antiche Ruote”)
  • Conclusioni del Professor Lorenzo Fioramonti

A seguire tutte le presentazioni della sessione: 

 

A questo link lo streaming della diretta Facebook dell'intera sessione

A seguire il video con il riassunto della quinta giornata 

 

Sauro secci

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS