EcoFuturo al Parlamento Europeo di Bruxelles

Saremo a Bruxelles grazie alla collaborazione di Dario Tamburrano europarlamentare del M5S che in questi anni non è mai mancato al festival ed è un vero appassionato sostenitore delle ecotecnologie.

Grazie anche ai suoi collaboratori riusciremo a portare concretissime illustrazioni della rivoluzione possibile per l'Europa e per il nostro pianeta.

Non riempiremo le sale del Parlamento di lamentele ma di proposte tutte concretamente applicabili e finanziariamente compatibili con un continente a bilanci in rosso.

Nessuna ecotecnologia si affermerà se non sarà anche economicamente vantaggiosa, non pietiremo aiuti e sostegni ma chiederemo la fine delle trappole burocratiche e politiche che vengono disseminate sulla via delle imprese che investono in innovazione ecotecnologica.

Chiederemo che dal parlamento Europeo parta una proposta per cambiare i summit climatici affinché invece di summit sulla misura della febbre del pianeta si trasformino in summit per la illustrazione e promozione delle cure della febbre stessa, affinché chiunque voglia conoscere le possibili innovazioni non debba aspettarne la crescita e la penetrazione commerciale ma possa vederle e contattarle in una Wikipedia delle ecotecnologie come in fondo è,parzialmente,l'Almanacco dell'Ecofuturo che ad oggi ne cataloga e descrive oltre 100.

Abbiamo in corso una iniziativa molto italiana su Change.org sul diritto a scambiare e vendere energia elettrica rinnovabile oggi negato nel nostro paese e da Bruxelles lanceremo su Avaz una petizione per la trasformazione del Cop 23 e di quelli successivi da Summit dell'Angoscia a Summit della Speranza,

perché in fondo quello che porteremo a Bruxelles è la speranza concreta di una maggiore giustizia climatica e energetica per rimettere il mondo in equilibrio.L'alleanza con imprese piccole e grandi che nella produzione di ecotecnologie si sta concretizzando anche nella pratica di modelli produttivi in cui i lavoratori diventano collaboratori e soci diretti dell'impresa per una più equa ridistribuzione di responsabilità e ricchezza.

 

Fabio Roggiolani Co-Organizzatore di Ecofuturo Festival e Vice Presidente Giga no profit

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
EcoFuturo al Parlamento Europeo di Bruxelles
Watch the video

EcoFuturo al Parlamento Europeo di Bruxelles

Saremo a Bruxelles grazie alla collaborazione di Dario Tamburrano europarlamentare del M5S che in questi anni non è mai mancato al festival ed è un vero appassionato sostenitore delle ecotecnologie.

Grazie anche ai suoi collaboratori riusciremo a portare concretissime illustrazioni della rivoluzione possibile per l'Europa e per il nostro pianeta.

Non riempiremo le sale del Parlamento di lamentele ma di proposte tutte concretamente applicabili e finanziariamente compatibili con un continente a bilanci in rosso.

Nessuna ecotecnologia si affermerà se non sarà anche economicamente vantaggiosa, non pietiremo aiuti e sostegni ma chiederemo la fine delle trappole burocratiche e politiche che vengono disseminate sulla via delle imprese che investono in innovazione ecotecnologica.

Chiederemo che dal parlamento Europeo parta una proposta per cambiare i summit climatici affinché invece di summit sulla misura della febbre del pianeta si trasformino in summit per la illustrazione e promozione delle cure della febbre stessa, affinché chiunque voglia conoscere le possibili innovazioni non debba aspettarne la crescita e la penetrazione commerciale ma possa vederle e contattarle in una Wikipedia delle ecotecnologie come in fondo è,parzialmente,l'Almanacco dell'Ecofuturo che ad oggi ne cataloga e descrive oltre 100.

Abbiamo in corso una iniziativa molto italiana su Change.org sul diritto a scambiare e vendere energia elettrica rinnovabile oggi negato nel nostro paese e da Bruxelles lanceremo su Avaz una petizione per la trasformazione del Cop 23 e di quelli successivi da Summit dell'Angoscia a Summit della Speranza,

perché in fondo quello che porteremo a Bruxelles è la speranza concreta di una maggiore giustizia climatica e energetica per rimettere il mondo in equilibrio.L'alleanza con imprese piccole e grandi che nella produzione di ecotecnologie si sta concretizzando anche nella pratica di modelli produttivi in cui i lavoratori diventano collaboratori e soci diretti dell'impresa per una più equa ridistribuzione di responsabilità e ricchezza.

 

Fabio Roggiolani Co-Organizzatore di Ecofuturo Festival e Vice Presidente Giga no profit

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS