Mugello: il Consorzio Re-Cord amplia la sua presenza nella ricerca sulla green economy

Una presenza di grande importanza quella del Consorzio di ricerca pubblico-privato RE-CORD, a cui partecipa l’Università di Firenze, in Mugello, nell'area di Pianvallico nel comune di Scarperia e San Piero a Sieve, sopratutto nell'ambito delle bioenergie e più in generale della bioeconomia e dell'economia circolare, che da oggi si è arricchita di una nuova struttura di assoluta eccellenza internazionale.

    #pianvallico #bioenergie "il Consorzio Re-Cord amplia la sua presenza nella ricerca sulla green economy" Click to Tweet   

Lo scorso martedì 23 gennaio, nella zona industriale di Pianvallico, dove ha già sede da tempo il laboratorio k182 è stata inaugurata una nuova area sperimentale dedicata a progetti su bioenergie e biocombustili,  alla presenza del ministro della Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia e dei sindaci di Scarperia-San Piero a Sieve e di Borgo San Lorenzo e di altre autorità.

Nel suo intervento, il Ministro Madia ha sottolineato come realtà come questa siano di fondamentale importanza, facendo convergere su di sé tutti gli elementi che il Governo ha individuato come prioritari come la ricerca, la sinergia pubblico-privata, lo sviluppo sostenibile e l’opportunità di lavoro per giovani meritevoli.

Sentito il ringraziamento del Sindaco di Scarperia e San Piero a Sieve Federico Ignesti, sottolineando che “Il Mugello ha vissuto difficoltà economiche, ma ha reagito meglio di altri territori e ha agganciato anche la ripresa. In questo anno sono state tante le richieste di ampliamento e di sviluppo delle nostre realtà produttive. Se si riesce a mettere insieme una zona industriale qualificata con delle aziende diversificate, si risponde meglio al bisogno di lavoro e di produzione. Nel territorio comunale di Scarperia e San Piero lavorano quasi la metà degli impiegati in Mugello nella Manifattura e nella Metalmeccanica, circa 1300 addetti su 2500”.

Un particolare ringraziamento è stato rivolto dal Sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente dell'Unione dei Comuni Paolo Ombroni  al Consorzio ReCord, al Professor David Chiaramonti ed a tutto il suo Staff, sottolienando come  "in questi anni hanno saputo cogliere un settore di attività dando dei risultati che sono di livello internazionale, in una formula che ha messo insieme istituti pubblici come l’Università di Firenze, ma anche la capacità privata di fare rete e reperire risorse a tutti i livelli. Quest’anno, per la prima volta, gli otto comuni mugellani si sono messi insieme per fare un piano strutturale intercomunale, che contiene anche il tema delle energie rinnovabili. Quest’anno faremo un piano energetico per il Mugello. Questo territorio che sta tra le Città metropolitane di Firenze e Bologna può diventare un terreno fertile per innovazione e ricerca. Avere una realtà di successo come ReCord, credo che sia un punto importante anche per capire lo sviluppo che noi daremo al nostro territorio”.

Anche il Presidente di Confindustria Firenze Luigi Salvadori ha voluto evidenziare come “sia stato inaugurato un acceleratore della ripresa, la nostra economia fiorentina ha saputo cogliere l’irrobustimento della crescita mondiale ed infatti la ripartenza c’è. E questa deve diventare uno sviluppo sostenuto e duraturo. Per questo occorrono investimenti in ricerca e innovazione”. E sul tema del reperimento delle risorse è intervenuto il presidente di Banca Etica il vicchiese Ugo Biggeri che ha detto: “Dobbiamo cambiare qualcosa nel mondo della Finanza, qualcosa lì non sta funzionando: non riesce a dare patrimoni, garanzie e sostegno ad iniziative positive come questa”.

A fare da padrone di casa alla inaugurazione Il direttore e cuore pulsante del consorzio ReCord, Professor David Chiaramonti, che nell'occasione ha illustrato le attività portate avanti al centro in Pianvallico, insieme alla giovane biotecnologa Giulia Lotti nel video seguente.

 

 

La Redazione di Ecquologia

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS