Terra cruda e riso per la casa stampata in 3D: ecco Gaia

Porta il nome di Gaia la nuova casa stampata in 3D progettata da WASP, leader nella stampa tridimensionale, più volte tra le protagoniste di Ecofuturo Festival, e realizzata in collaborazione con RiceHouse, startup italiana che opera nel campo della bioedilizia. La presentazione è avvenuta gli scorsi 6 e 7 ottobre presso la sede Wasp di Massa Lombarda (RA).  Richiede una decina di giorni per la realizzazione e 900 euro per il costo dei materiali necessari, tutti rigorosamente di matrice naturale.

         #gaia #casastampata "Terra cruda e riso per la casa stampata in 3D: ecco Gaia" Click to Tweet  

Si tratta di un caso di studio di costruzione stampata in 3D, con materiali naturali provenienti dal territorio circostante, davvero interessante. Il composto per l'edificazione della nuova casa stampata è costituito da un antico materiale come la terra cruda come principale legante per la miscela costituente (vedi post Ippocampo ), dalla quale deriva il nome Gaia, paglia di riso trinciata, lolla di riso e calce idraulica. 

I progettisti definiscono la nuova casa stampata Gaia come un nuovo modello architettonico ecosostenibile, attingendo da materiali residuali della filiera produttiva del riso, per realizzare un sistema di murature dalle particolari prestazioni bioclimatiche, di efficienza energetica e di salubrità degli ambienti, con un ridottissimo impatto ambientale. Potendo garantire al suo interno una temperatura confortevole nelle diverse stagioni, Gaia non ha bisogno di ricorrere né a sistemi di riscaldamento né di raffrescamento, con un progetto bioclimatico orientato allo sfruttamento dell’apporto passivo del sole grazie all’orientamento a Sud-Ovest, che consente anche l'ottimizzazione nello sfruttamento della luce naturale.

Interessanti anche gli scenari economici ipotizzati dagli ideatori, con un ettaro di risaia coltivata che sarà capace di produrre 100 metri quadrati di superficie costruita e con , al momento, un sistema costruttivo capace di produrre 30 metri quadrati di parete dello spessore di 40 cm, necessari per la realizzazione dell’involucro esterno dell’innovativo modulo abitativo, in 10 giorni con costi inferiori al migliaio di euro.

 

A seguire il breve video realizzato in occasione della presentazione della innovativa casa stampata degli scorsi 6 e 7 ottobre.

 

Sauro Secci

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS