Rischiano la cassa integrazione...

protesta lavoratoriIl Segnale, 15/03/11 - Rischiano la cassa integrazione, irrompono al traguardo della Tirreno-Adriatico

La Tirreno-Adriatico come palcoscenico di protesta. I lavoratori della Troiani&Ciarrocchi hanno scelto la tappa finale della Corsa dei due mari per manifestare la loro disapprovazione contro l’ultimo decreto del Governo sulle rinnovabili, firmato da Napolitano lo scorso 7 marzo, che rischia di metterli sul lastrico con lo stop agli incentivi.

I 116 dipendenti rischiano seriamente la cassa integrazione, nonostante l’azienda abbia triplicato i ricavi solo negli ultimi tre anni. Insomma un’azienda in salute, merce rara di questi tempi nel Piceno.

Diverse commesse sarebbero a rischio, tra cui quella dello stadio Riviera delle Palme. Da qui l’allarme dei lavoratori che hanno sfilato in corteo per le vie del centro di San Benedetto per poi presentarsi nei pressi del traguardo dell’ultima tappa della Tirreno-Adriatico con tanto di fischietti e trombette. Hanno scelto questa occasione per loro protesta pacifica grazie alla rilevanza nazionale. Sono infatti riusciti a leggere un documento in diretta su Rai3.

I dipendenti hanno portato a casa anche il sostegno dell’assessore all’Ambiente Paolo Canducci: «Le scelte incredibili e sciagurate di questo Governo rischiano di cancellare 200mila posti di lavoro. Affossare le energie rinnovabili significa danneggiare seriamente il nostro territorio soprattutto in ambito lavorativo».

Secondo i lavoratori, che hanno anche distribuito un volantino, il decreto coinvolge circa 2mila aziende e 150mila famiglie. Il provvedimento anticipa al prossimo 31 maggio la fine degli attuali incentivi (quelli previsti dal terzo conto energia, che dovevano restare validi fino al 2013), e fissa un tetto massimo di energia da fotovoltaico incentivabile, abbassando gli attuali livelli. È attualmente in corso un tavolo di confronto sul decreto tra Governo e operatori.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Video

Altri Video
Watch the video

Terra ed Ecologia

Altri Articoli

Energie Rinnovabili

Altri Articoli