Un centro di "medicina illuminata": trasloca nel mistico Casentino "La grande Via" di Franco Berrino

Un centro di “medicina illuminata” capace di mettere in relazione, facendo rete, il lavoro dei migliori esperti e professionisti della medicina, della nutrizione, del movimento consapevole, della ricerca interiore, come quello creato in provincia di Brescia dall’associazione "La Grande Via", fondata nel 2015 dall’epidemiologo Franco Berrino e dalla giornalista Enrica Bortolazzi, si appresta a trasferirsi nella storica Villa “La Mausolea” di Soci, in quella valle ricca di misticismo che è il Casentino, incastonata tra luoghi mistici di ieri, di oggi e di sempre come Camaldoli, La Verna, Romena. 

        #medicinanaturale #berrino "Un centro di "medicina illuminata": trasloca nel mistico Casentino "La grande Via" di Franco Berrino" Click to Tweet  

Sarà infatti inaugurata giovedì 7 giugno la nuova sede casentinese “La Grande Via”, nella storica Villa “La Mausolea”, a Soci, con un appuntamento a ingresso libero, a partire dalle ore 17, con buffet apericena macromediterraneo. Un evento che si prolungherà nei fine settimana da venerdì 8 a domenica 10 giugno, con un fittissimo calendario di iniziative riservate ai tanti soci de “La Grande Via”.

Una nuova sede davvero emblematica e ricca di grandi simbolismi quella di villa "La Mausolea", sulla strada tra Soci e Partina, nei pressi di Bibbiena, con la sua grande facciata, arricchita da una elegante loggia a tre arcate, a simboleggiare anche le tre "Vie" di Nutrizione, Movimento, Ricerca Interiore che, secondo l'associazione del Professor Berrino, scandiscono la nostra salute. A completare la meravigliosa facciata poi, l’orologio in pietra, collocato al centro della loggia centrale, e le due meridiane a ricordare che il tempo trascorre senza eccezioni, modellando natura, corpo, mente e ambienti.

Altro aspetto simbolico di Villa Mausolea,  costruita nel medioevo e antica proprietà dell'Eremo di Camaldoli, dove fungeva da centro amministrativo e di gestione del patrimonio fondiario, oggetto di rimaneggiamenti e ricostruzioni nel tempo, è quello di edificio resiliente,  per essersi adattato negli anni, conservando la sua antica forza, come il nostro corpo e la nostra mente che possono affrontare le sfide del tempo, attraverso l'ottimizzazione delle loro risorse e potenzialità.

Villa "La Mausolea" - Fonte foto: Geotermie Fluide 

 

Una scelta, quella della nuova sede del "La Grande Via" nell'antica tenuta dei monaci camaldolesi, da sempre testimone dei ritmi agricoli e spirituali della nostra tradizione, ideale pedana di lancio per alcuni dei suoi intenti fondanti più significativi come:

  • rispetto della tradizione;
  • cura della terra e dei prodotti che sa offrirci;
  • affiancare la ricerca spirituale a quella scientifica;
  • educare all'amore per la natura e per la vita dell’uomo in armonia con essa.

Ulteriore elemento di centralità di villa "La Mausolea” è poi la sua ideale collocazione baricentrica al centro dell’Italia ed asse di una bilancia simbolica per ritrovare il nostro equilibrio, con gli ospiti che nel silenzio e nella spiritualità intrinseca e piena di misticismo dei boschi secolari del Casentino potranno ritrovare una sensazione di armonia nel segno della bellezza.

Molto ambizioso e ricco di contenuti anche il progetto che “La Grande Via” a “La Mausolea” si appresta ad offrire, cercando di collegare e mettere in relazione le azioni dei migliori esperti e professionisti degli ambiti della medicina, della nutrizione, del movimento consapevole, della ricerca interiore, per fare divenire il luogo un centro di “medicina illuminata”, che raccolga l’eredità di quelle antiche dimensioni di solitudine e comunione, cosi anche storicamente fortemente radicate nel Casentino e nel cuore dell’uomo.

 

La Redazione di Ecquologia

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Terra ed Ecologia

Altri Articoli

Energie Rinnovabili

Altri Articoli