Idrogeno verde: uno studio ne analizza l'evoluzione dei costi su tre diversi scenari

Secondo un nuovo studio dell’International Council on Clean Transportation, il prezzo dell’idrogeno prodotto da fonti rinnovabili potrebbe essere quasi dimezzato entro il 2050 in Europa e negli Stati Uniti.

 

L'evoluzione del costo dell’idrogeno verde rappresenta un punto importante della transizione energetica e quando questo vettore sarà realmente competitivo sul mercato in Europa e in USA: è uno dei quesiti chiave che al quale ha cercato di rispondere il nuovo studio dell’International Council on Clean Transportation. 

Una premessa dello studio è stata quella che “Esistono molti altri rapporti su questo argomento, ma con vari gradi di trasparenza rispetto alle ipotesi sui costi. Queste differenze metodologiche rendono difficile il confronto dei prezzi”. Come spiegano gli autori dello studio, alcune ricerche non tengono conto ad esempio dei costi di sistema, limitandosi a considerare solo il CAPEX dell’elettrolizzatore e il consumo di energia per il funzionamento degli impianti.

Nel nuovo studio vengono invece considerate tutte le voci di costo, dal Capex dell’elettrolizzatore ad eventuali spese di sostituzione dell’apparecchio, al costo dell’energia elettrica e dell’acqua, al compressore, alle apparecchiature di stoccaggio e ad altre spese fisse per l’esercizio dell’impianto.  Come precisano gli autori Con questi dati (provenienti esclusivamente da fonti pubbliche) cerchiamo di rendere la contabilità dei prezzi di H2 più trasparente.

I risultati dello studio evidenziano come il costo dell’idrogeno verde è destinato a dimezzarsi sia sul mercato europeo che in quello degli USA nei prossimi 30 anni

Entrando nello specifico dello studio, gli autori hanno elaborato tre diversi scenari:

  • Grid connected: prevede che l’elettrolizzatore sia collegato alla rete elettrica, beneficiando di un fattore di capacità del 100% (pagando però le commissioni di rete associate).
  • Direct Connection: prevede che l’elettrolizzatore sia direttamente collegato ad un impianto a fonte rinnovabile (fotovoltaico o eolico).
  • Curtailed Electricity, prevede il funzionamento dell’ettrolizzatore solo con il surplus di elettricità verde in esubero dalla rete. 

Sulla base di questi tre diversi e specifici scenari le elaborazioni dello studio sono le seguentie premesse, gli esperti hanno calcolato che:

  • Nello scenario “Grid Connected” il prezzo medio dell’idrogeno verde negli Stati Uniti scenderebbe dagli attuali 8,81 $/ kg a 5,77 $/ kg; in Europa passerebbe invece da 13,11 $/ kg a 7,69 $/ kg con punte minime di 3,21 dollari.
  • Nello scenario “Direct Connection” il costo dell’idrogeno verde passerebbe da una media di 10.61 $/ kg  a 5.97 $/ kg e in Europa da 19,23 $/ kg a 10,02 $/ kg, con punte minime di 2,23 dollari.
  • Nello scenario “Curtailed Electricity” il prezzo medio passerebbe dagli attuali 11 $/ kg a 5,92 $/ kg; in Europa da 10,85 $/ kg a 6,08 $/ kg con punte minime di 4,67 dollari.

Link per scaricare lo studio dell’International Council on Clean Transportation

La Redazione di Ecquologia

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS