I libri del mese scelti da Ecofuturo Magazine

Ecco i libri del mese scelti dalla redazione di Ecofuturo Magazine.

“CHI HA PAURA DELL’AUTO ELETTRICA. 8 FAKE NEWS ALLA PROVA DEI FATTI” di Alessandro Macina (176 pagine, cartaceo 17,00 euro, edizioni Dedalo, aprile 2024)

Chi non ha mai sentito parlar male dell’auto elettrica? Come tifoserie, ogni giorno si scontrano gli entusiasti e i cosiddetti No Watt. Le discussioni contro l’auto elettrica non animano solo i social, ma tutto il discorso pubblico. Nel migliore dei casi si tratta di diffidenza e paura del cambiamento, nel peggiore di vere e proprie fake news ormai date per verità. Eppure l’auto elettrica la conoscono in pochi; 9 patentati su 10 ammettono di non averla mai guidata, meno di 4 italiani ogni 100 ne possiedono una, mentre nei grandi mercati europei le vendite hanno già superato i diesel. Ansia da ricarica, materie prime, emissioni: qual è la verità?

Questo libro di Alessandro Macina, giornalista professionista, in Rai dal 2007 e inviato di “Presadiretta” dal 2009, risponde con numeri e fatti alle tante domande, cercando di capire la fondatezza delle preoccupazioni per riportare la discussione sul piano dell’oggettività. Dalla prefazione di Nicola Armaroli, dirigente di ricerca del CNR e membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze: «Le vetture elettriche non sono né la salvezza né la rovina del mondo. Sono una cosa molto più semplice e normale: una transizione tecnologica».

Chi ha paura dell’auto elettrica in Vendita Online (edizionidedalo.it)

“COMUNITÀ ENERGETICHE. ESPERIMENTI DI GENERATIVITÀ SOCIALE E AMBIENTALE” di Giuseppe Milano (104 pagine, cartaceo/e-book, 12/7,9 euro, Pacini Editore, febbraio 2024)

Le comunità energetiche rinnovabili (CER) rappresentano una soluzione promettente contro la crisi climatica ed energetica, come sottolineato da Giuseppe Milano, ingegnere e urbanista, autore del primo libro italiano sulle CER. Queste comunità, presenti finora in Italia in maniera limitata, hanno visto una svolta significativa il 24 gennaio 2024 con l’entrata in vigore del decreto del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) e, più recentemente, con l’implementazione delle regole operative per la loro gestione. Da questa data, le comunità energetiche rinnovabili (CER) hanno proliferato, dimostrando la loro efficacia nella mitigazione della crisi energetica e ambientale. Nel suo libro sulle CER, Giuseppe Milano presenta diversi casi studio che evidenziano come la loro costituzione consenta una reale riduzione delle bollette energetiche degli utenti, grazie alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Secondo Milano infatti le CER sono necessarie per risolvere in primo luogo la crisi climatica.

«Oggi vedo molto molto difficile che si possa raggiungere al 2050 l’obiettivo della completa decarbonizzazione dell’economia e della neutralità carbonica. – afferma l’autore che specifica il fatto che la decarbonizzazione debba avere anche dei vantaggi per i cittadini – È indubbio che la dimensione sociale abbia anche una ricaduta economica se le persone si rendono consapevoli del loro ruolo. […] una pianificazione energetica urbana più attenta al fabbisogno di tutte le realtà che lì vi operano può favorire il successo del modello delle comunità energetiche nonché la possibilità che effettivamente alla sostenibilità ambientale possa essere associata a una sostenibilità sociale ed economica importante».

Comunità energetiche – Pacini Editore

libri del mese
LEGGI GRATIS L’ULTIMO NUMERO DE L’ECOFUTURO MAGAZINE

Redazione

Articoli correlati