Geotermia libera: la lettera aperta di Roggiolani e le dichiarazioni di Bani

Voglio celebrare un grande successo per la diffusione concreta della geotermia a bassa temperatura (entalpia) con una lettera aperta ai miei amici di GIGA con cui abbiamo condotto una battaglia lunga 12 anni. Cari Giuliano, Sauro, Enrico e Giuseppe,quando abbiamo sognato una geotermia diffusa su tutta la terra non potevamo aspettarci che il nemico fosse tra noi.Certo che i fossili, i petrolieri e tutta la ghenga che fa da 70 anni un mare di soldi sullo spreco energetico italiano ci dovevano combattere e lo hanno fatto con colpi sotto e sopra la cintura ma in fondo facevano il loro lavoro e difendevano i loro interessi.Quello che ci ha ferito profondamente è la guerra che ci hanno fatto gli annientalisti come li chiamo io, ovvero tutte le persone che in nome dell’intoccabilità di una terra devastata, rapinata ed offesa hanno lottato e lottano per perpetuare in eterno lo status quo.Sembra impossibile eppure è così e per i politici fossili, per quelli fessili  e per gli spacciatori di petrolio , i migliori alleati sono stati i talebani del paesaggio, le vestali del non si tocca nulla i terrorizzatori di professione contro tutto e contro il contrario di tutto e gli anni sono passati regalando un migliaio di miliardi extra ai fossili in questi 12 anni persi per strada.
Oggi non lo nego, non ci credevo che il parlamento riuscisse a scrivere una norma di puro buon senso ovvero che se faccio un pozzo per scambiare temperatura con l’acqua del sottosuolo senza modificare di una virgola la struttura chimica dell’acqua e senza consumare un solo litro di acqua non devo sottostare alle giuste trafile per i pozzi idrici ma semplicemente fare una semplice comunicazione in autodichiarazione di rispetto della falda e di quanto prevedono le leggi per la tutela del suolo.Invece grazie alla pattuglia di ecologisti concreti che siedono adesso in parlamento si è finalmente scritta una norma che consentirà l’applicazione dell’ecobonus 110 facendo il meglio ovvero sostituendo le caldaie a condensazione se non peggio con pompe di calore con lo scambio con il sottosuolo per fare in modo che per tutto l’anno ci sia uno scambio fisso a 15 gradi di temperatura (su non fate i puristi lo so che è leggermente più vario tra nord e sud di qualche grado) consentendo alle pompe di calore di portare la propria efficienza a livelli altissimi, riducendo del 60/70 % le bollette se abbinate anche ad un fotovoltaico con accumuli.Oggi è tempo di essere contenti perché se io combatto questo da 15 anni per voi queste idee vi accompagnano da tutta la vita ed è per questo che oltre a ringraziare le istituzioni per questa scelta voglio ringraziarvi tutti a nome mio e della rete di ecofuturo. Troveremo ancora qualche burocrate idiota che rallenterà il percorso , e ora dobbiamo sfondare anche sulla media ed alta entalpia con iniziative semplificative a prova di lobbisti annientalisti gratuiti o pagati ma oggi davvero siamo contenti perché finalmente potremo far capire che non solo il sole è caldo e ci da energia ma che anche la Terra ha un cuore caldo e generoso per tutti come il sole ma solo che dalla scoperta del fuoco in poi ce ne siamo dimenticati.
Allego la dichiarazione di Riccardo Bani Presidente di Arse : “E’ passata la previsione che le piccole utilizzazioni locali di calore geotermico siano assoggettate alla procedura abilitativa semplificata, nel caso in cui il prelievo e la restituzione delle acque sotterranee restino confinati nell’ambito della falda superficiale. Questa, insieme alla spinta del superbonus, rappresenta una concreta opportunità di avvio della rivoluzione verde anche nel settore del riscaldamento. Grazie alla tecnologia della pompa di calore geotermica ad alta temperatura compatibile con tutto l’edificato esistenti a radiatori potrà partire un graduale processo di decarbonizzazione delle nostre città con enormi vantaggi per la salute e l’ambiente oltre che importanti risparmi per le famiglie italiane“.

A seguire l’estratto di pagina 43 del Decreto Agosto con lo specifico riferimento.

Scarica il testo completo del Decreto Agosto

Fabio Roggiolani

Redazione

Articoli correlati