BiogasItaly 2018: partnership tra AB e TPI per l’innovazione a supporto del biometano

La partecipatissima edizione 2018 di BiogasItaly, organizzata dal CIB (consorzio Italiano Biogas) è stata l’occasione per l’annuncio di un importante accordo di collaborazione per la progettazione, costruzione, installazione e manutenzione di impianti per la produzione di biometano tra due aziende strategiche per il settore come il Gruppo AB di Orzinuovi (Bs) e la Tecno Project Industriale di Curno (Bg), anche geograficamente vicine.

    #biogasitaly #abgroup #tpi "BiogasItaly 2018: partnership tra AB e TPI per l’innovazione a supporto del biometano" Click to Tweet  

Come emerso nel summit annuale del biogas italiano del 14 e 15 febbraio scorso, il biometano è una fonte di energia rinnovabile, di fondamentale importanza per la transizione verso un modello energetico distribuito, caratterizzato da mini e microimpianti ed il ruolo assoluto delle energie rinnovabili, proponendosi anche come risorsa anello di congiunzione tra la rete del gas e quella elettrica, attraverso le ultime innovazione tecnologiche.
Il biometano prodotto dai circa 2000 impianti in esercizio nel nostro paese, contiene almeno il 95% di metano, deriva dal biogas prodotto dalla digestione anaerobica di biomasse e può essere immesso nella rete del gas naturale oppure trasportato come gas compresso o liquido, utilizzabile per riscaldamento, usi domestici, mobilità o usi industriali.
Oggetto dell’accordo

Oggetto dell’accordo tra AB e TPI sono nuove soluzioni integrate per il biometano convergenti sotto una nuova linea di prodotto, denominata “BioCH4nge”, che sarà disponibile in taglie standardizzate da 500 e 1000 Nm3/h, complete di sistemi di pre-trattamento associabili agli impianti biogas esistenti ed integrabili con possibili estensioni legate alla liquefazione del gas ed alla valorizzazione della CO2. Ulteriori specifiche soluzioni di diversa taglia potranno essere realizzate ad hoc sia per il mercato Italiano che per quello internazionale.

L’accordo consente di unire i punti di forza delle due aziende per poter cogliere le tante opportunità di rilievo nel mercato del biometano, portando a fattore comune competenze ingegneristiche, industriali ed operative di TPI ed AB, finalizzate ad offrire le migliori tecnologie e tutto il know-how a clienti del contesto agricolo.

Significative anche a livello internazionale le conoscenze protate in dote dalle due aziende lombarde:

  • TPI porta in dote contribuisce con la propria esperienza e tecnologia nel trattamento e nella purificazione del gas (CH4, CO2 etc.), con particolare riferimento a sistemi basati sull’impiego di membrane.
  • AB porta in dote la grandissima esperienza e penetrazione internazionale nell’ambito della cogenerazione ed in termini di capacità di costruzione, esercizio e manutenzione di impianti complessi a livello mondiale.

Un ambito di applicazioni quelle del biometano estremamente sinergiche con gli impianti a biogas, settore nel quale il Gruppo AB è attivo da decenni, con centinaia di impianti e rappresentano un’opportunità di sviluppo tecnico-industriale di grande rilevanza nei nuovi scenari.
Si tratta di una partnership che consentirà di fornire delle soluzioni ad alta efficienza nei nuovi scenari di sostenibilità ambientale, permettendo la piena armonizzazione delle esigenze delle aziende agricole e zootecniche all’evoluzione dell’incentivazione sulla produzione di energia rinnovabile ed ai nuovi scenari normativi sul biometano.
Come sottolinea Angelo Baronchelli, Presidente di AB e Vice Presidente del CIB, “questo accordo, che ci vede a fianco di un’altra eccellenza nazionale del settore, va nella direzione che il Gruppo AB sta seguendo da anni: fare sistema con le migliori realtà industriali per intercettare le esigenze del mercato, offrire soluzioni innovative e uniche, contribuendo a migliorare l’efficienza energetica delle aziende e, di conseguenza, dare il nostro contributo attivo per un Paese più competitivo e attento all’ambiente”.
Sul fronte TPI, il commento di Ugo Moretti: “Siamo convinti che questa unione tra AB e TPI porterà a delle soluzioni tecnologiche innovative, utilizzando le migliori capacità che entrambe le aziende sono in grado di offrire grazie alla professionalità dei nostri team che lavorano insieme come un’unica squadra con lo scopo di garantire il risultato ottimale. Il nostro obiettivo comune è quello di creare un prodotto di alto livello che possa essere competitivo sul mercato e possa garantire ai nostri clienti l’abituale assistenza tecnica alla quale sono abituati. Tutto ciò da sempre contraddistingue ed accomuna AB e TPI come professionalità e rapidità di intervento.

Il gruppo AB, fondato a Orzinuovi (BS) nel 1981 da Angelo Baronchelli, AB (www.gruppoab.com) opera nei settori della cogenerazione e della valorizzazione energetica delle fonti rinnovabili. AB è oggi il riferimento globale della cogenerazione, grazie alle proprie soluzioni modulari Ecomax® da 100 a 10.000 kWe. Fino a oggi il gruppo ha un parco installato di oltre 1.150 impianti per una potenza elettrica nominale installata che supera i 1.350 MW in numerosi paesi del mondo. Negli ultimi anni la capacità produttiva è quadruplicata e il numero di dipendenti ha raggiunto le 800 unità. Il Gruppo AB è oggi presente con filiali dirette in Europa, Russia, Israele, Nord America, California, Messico e Brasile.

TPI è una società costituitasi nel 1987 a Curno (BG) dall’ing. Moretti, TPI (www.tecnoproject.com), facente parte dal 2014 del gruppo Siad e specializzata nelle soluzioni relative al mercato del Gas & Beverage Industries e/o in altre applicazioni relative sempre al settore Gas. In particolare: CO2 Impianti di Recupero (Purezza ingresso > 95%); CO2 Impianti di Produzione (da combustione); CO2 Impianti di estrazione (Purezza ingresso > 5%); CO2 Impianti di recupero del Ghiaccio Secco; Impianti per industria dei Gas; Unità speciali di refrigerazione; Impianti di Upgrading per produzione di Biometano dal Biogas; Impianti di recupero della CO2 da Upgrading da Biogas In particolare tra le referenze più conosciute di impianti realizzati per la produzione di Biometano va di certo citata una grande piattaforma di trattamento della FORSU in provincia di Bergamo con 5 linee da 1250 Nm3/h di Biogas ciascuna e 5 linee per il recupero della CO2 certificata ad uso alimentare che Siad ritira regolarmente per rivenderla ai propri clienti.

A seguire l'intervista del Direttore di Qualenergia Sergio Ferraris ad Angelo Baronchelli (Gruppo AB), Vice Presidente CIB

e l'intervista a Ugo Moretti di TPI

 

FonteComunicato Stampa Gruppo AB

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS