I temi dell'equità, da sempre propri dei Verdi, ci fanno sostenere che tutti i popoli hanno diritto allo sviluppo. La questione da dibattere è quale sviluppo.

Le questioni della giustizia ci fanno sostenere che i paesi del sud del mondo, in particolare quelli a reddito basso e medio-basso, non devono continuare ad essere la discarica tecnologica (e non solo) del nord ricco.

Altro tema sostanziale è quello delle risorse (in primo luogo fossili, ma indirettamente anche rinnovabili). Il nord del mondo usa la stragrande maggioranza delle risorse disponibili, che però sono localizzate per lo più nei paesi del sud (tutte meno il carbone), appropriandosene attraverso l'innesco di conflitti e/o applicando i dettati del neo-colonialismo più bieco.

I paesi del sud non potendo permettersi il lusso di acquistare petrolio si trovano, di fatto, in un gap energetico che non blocca lo sviluppo tradizionalmente inteso. L'utilizzo delle rinnovabili - ed in quei luoghi la fonte è sempre particolarmente favorevole - può costituire la grande rivoluzione del millennio, consentendo contemporaneamente di gettare le basi per uno sviluppo sinceramente sostenibile e garantendo quella flessibilità e quella “delocalizzabilità” che impongono la democrazia energetica (gestione a livello di villaggio) base per la democratizzazione spontanea ( e non importata dal nord) di paesi troppo spesso oppressi da presidenti/padroni. Gabin occuperà circa 20 minuti con un suo spettacolo in chiave Griot (i cantastorie animisti dell'Africa sub-sahariana) durante il quale reciterà e canterà dell'inscindibile legame uomo-natura (gli avi sono la natura, ma la terra, gli alberi, il sole, il fiume, il mare, ecc., sono gli avi).

Partecipano Stefano Boco, sottosegretario di Stato alle politiche agricole, esperto di cooperazione internazionale; Ndjock Ngana (Camerun) scrittore, presidente Associazione Kel'Lam onlus, Simon Mengustu (Eritrea) presidente Ass. Comunità Eritrea della Toscana, Salvo Mazzola, ingegnere esperto in programmi di cooperazione per lo sviluppo delle energie rinnovabili e Gabin Dabire (Burkina Faso), musicista, esperto in cooperazione in campo sanitario.

Coordina: Fabio Roggiolani, Presidente dell'Ufficio nazionale del programma della Federazione dei Verdi.

Saranno presenti rappresentanze delle ambasciate del Burkina Faso e dell'Eritrea.

Curatore della serata è Sauro Valentini.

Quando: sabato 15 settembre alle 18

Dove: Vivere In Verde - Festa Del Sole, Lungotevere Della Farnesina - Ponte Sisto – Lato Piazza Trilussa

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Blog post