È quanto riferisce, in un comunicato stampa, il Comitato salute ambiente Pollino della Valle del Mercure, «il sindaco del comune lucano – si legge – ha sottolineato anche la incongruità dei discorsi sullo sviluppo del Parco, quando lo stesso viene aggredito da un'opera dannosa e inutile per le popolazioni locali. È stato poi ribadito come la ben nota impossibilità di reperimento delle biomasse in loco, a maggior ragione dopo i devastanti incendi di questa estate, richiedano un intervento chiaro e deciso anche delle Autorità presenti alla riunione. Infine, Pandolfi ha presentato alle Autorità stesse un dettagliato documento su quanto esposto». Anche l'Assessore Tommasi, si sottolinea nel testo, «ha dichiarato che sulla vicenda va fatta chiarezza, a cominciare dalle modifiche del progetto presentato dall'Enel, che potrebbero richiedere un iter amministrativo completamente nuovo e non semplici adeguamenti progettuali ed autorizzativi». Il Comitato, che si batte da tempo su questa vicenda, sottolinea che «finalmente, con grande lentezza ed enormi difficoltà, la verità sulla Centrale del Mercure sembra si stia facendosi strada, grazie alla mobilitazione delle popolazioni, delle Associazioni ambientaliste e all'impegno di Amministratori locali che hanno realmente a cuore i veri interessi economici, occupazionali e di salute dei loro cittadini». Il comunicato porta anche la firma di Mirella Ieno, Presidente dell'Associazione Ambientalista «il riccio» di Castrovillari e di Ferdinando Laghi, Referente Provincia di Cosenza Ass. Medici per l'Ambiente - Isde Italia.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Blog post